Bruxelles, Giulietto Chiesa: "Chi vuole un’Europa assediata? Usciamo dalla Nato o perderemo ogni libertà"

23 marzo 2016 ore 12:50, Marta Moriconi
"C'è una precisa regia dietro gli attentati terroristici in Europa e non da parte dal fondamentalismo islamico. I fanatici che si fanno saltare in aria sono soltanto la "forza Bruta" ma le menti sono altre".
Ne è convinto Giulietto Chiesa, giornalista e già politico, da sempre molto esperto di questioni internazionali grazie soprattutto alla sua lunga carriera di inviato a Mosca negli anni della Guerra Fredda. Intelligonews lo ha intervistato all'indomani dei tragici fatti di Bruxelles.

Chiesa, come giudica quanto avvenuto? Non vede un fallimento dei servizi di intelligence europee incapaci di prevenire e scongiurare il rischio di attacchi terroristici per giunta prevedibili dopo l'arresto di Salah, considerata la mente degli attacchi terroristici del novembre scorso a Parigi?

"Ritengo che le intelligence europee siano tutte delle filiali della Central Intelligence Agency, per cui aspettarsi che le intelligenze europee siano in grado di fare indagini sul terrorismo internazionale è un’illusione. Dico brutalmente che per me il Daesh è un fenomeno creato con i capitali dell’Arabia Saudita e appoggiato dalla Turchia, due alleati dell’Occidente, della Nato. I sauditi hanno creato, finanziato e armato un esercito di fanatici che ha scagliato contro l’Occidente. Io ritengo che tutti gli attentati degli ultimi mesi, dalla strage di Charlie Hebdo agli attacchi di Parigi del novembre scorso, e quelli di ieri a Bruxelles, ma prima ancora l’attentato contro i turisti tedeschi ad Ankara per finire con la messinscena di Colonia, siano in realtà il frutto di una unica strategia messa in piedi da un centro di comando non composto da islamici. Gli estremisti sono la forza bruta messa in campo ma la regia è altrove". 

C'è chi chiede la costituzione  di una forza di polizia europea appositamente incaricata della lotta al terrorismo. Lei che ne pensa?

"La prima cosa da fare è liberare l’Europa dalle intromissioni esterne. Chi ha interesse a demolire l’Europa? Chi ha interesse a limitare le libertà democratiche in Europa, facendo leva sulle paure del terrorismo? Chi vuole un’Europa assediata? Quello che sta avvenendo intorno a noi viene da fuori Europa. La polizia europea non serve a nulla. E’ necessario che l’Europa esca dalla Nato e si organizzi con una propria forza autonoma e indipendente dagli interessi esterni,  i nostri interessi non sono compatibili con quelli degli Stati Uniti e della Turchia. Essere alleati di un paese della Nato come la Turchia che aiuta i terroristi è una contraddizione. Non possiamo piangere le vittime degli attentati se poi essere alleati di chi il terrorismo lo finanzia, perché a quel punto noi stessi siamo responsabili di ciò che accade intorno a noi e ci colpisce".

Renzi vede l’Italia al sicuro, lei è della stessa idea? 

"Renzi non sa nulla di più di ciò che sappiamo noi. Renzi non vuole entrare nella lotta del terrorismo contro l’Occidente ma ci siamo già dentro. Prima o dopo saremo colpiti anche noi".

Gli attentati di Bruxelles hanno a che fare con l'arresto di Salah? Da parte sua ci sarà collaborazione?

"La figura di Salah è irrilevante, un illetterato come lui, un pregiudicato che già da molti anni sta sotto il controllo dei servizi segreti francesi e belgi, non può essere la mente degli attentati di Parigi. Considerarlo come tale è ridicolo, anzi si tratta di  una ridicolaggine da bambini delle scuole elementari. Ripeto la regia è altrove". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]