Per l'Ilva è l'ora del rilancio. I punti chiave dell'accordo con la Regione Liguria

23 marzo 2016 ore 16:34, Lucia Bigozzi
Passo avanti per le “tute blu” dell’Ilva di Genova. Oggi è il giorno della firma in calce all’accordo sui lavori di pubblica utilità, siglato nella sede della Regione Liguria. Riguarda 575 dipendenti dello stabilimento genovese. Ma quali sono le novità? Saranno impegnati un giorno al mese nello stabilimento e su base volontaria potranno fare “attività di interesse pubblico generale” dall’1 aprile e fino al 30 settembre presso gli enti pubblici che presenteranno progetti destinati ai cosiddetti “lavori socialmente utili”. In pratica, oltre alla giornata di lavoro in fabbrica che servirà ad accedere all’integrazione del reddito così come previsto dal recente decreto “Salva Ilva”, chi vorrà usufruire dell'ulteriore integrazione dovrà accedere ai lavori di pubblica utilità per 7 giorni lavorativi mensili con un orario di impiego pari a 7 ore e 12 minuti ciascuno e fino a 575 unità.

Per l'Ilva è l'ora del rilancio. I punti chiave dell'accordo con la Regione Liguria
Sul piano economico, l’accordo prevede che per questi lavoratori sia disposto un compenso tale da far raggiungere a ciascun lavoratore un’integrazione reddituale pari all’80 per cento dell’ultima retribuzione complessiva che hanno percepito. Non solo: le risorse economiche stanziate dalla società - si parla di circa 700mila euro - andranno per Cornigliano perché, come ha dichiarato il governatore della Liguria Giovanni Toti, “ora il vero obiettivo è quello di accompagnare, entro settembre, lo stabilimento Ilva di Cornigliano al pieno ritorno all’attività produttiva, legata ovviamente al completamento del salvataggio aziendale nel suo complesso”. Per quanto riguarda la Regione, il presidente Toti ha assicurato che “come ha fatto fino ad oggi, collaborerà e vigilerà su tutti i passaggi perché siano rispettati i termini dell’accordo di programma", ha aggiunto Toti insieme all’assessore regionale Rixi. L’intesa è stata messa nero su bianco in un protocollo siglato da sindacati, rappresentanti dell’azienda, Comune, Società per Cornigliano e Confindustria Genova.
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]