Pasqua e pasquetta: cosa mangiano i vegani per le feste?

23 marzo 2016 ore 23:59, Orietta Giorgio
Pasqua e pasquetta: cosa mangiano i vegani per le feste?
Un menù di Pasqua appetitoso ed eco-compatibile? La Lega Nazionale per la Difesa del Cane, per questa Pasqua, consiglia di “risparmiare sulla vita” e propone un menù cruelty free.

Piera Rosati, presidente di LNDC, ha spiegato: “Questo anniversario si trasforma ogni anno in un massacro per i circa 500.000 agnelli e capretti che vengono uccisi e macellati in Italia, oltre a tutti quelli che vengono uccisi in tutto il resto dell’anno o che vivono in condizioni di schiavitù e prigionia del tutto contrarie allo spirito di liberazione e vita della Pasqua. Inoltre, se l’etica non bastasse è importante ricordare che l’allevamento di animali destinati all’alimentazione umana aumenta drammaticamente le emissioni di gas serra nell’atmosfera e che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha lanciato l’allarme sul consumo eccessivo di carne, che può risultare dannoso per la salute”.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane propone, quindi, un menù alternativo di Pasqua per rispettare l’ambiente e per tutelare la salute di tutti e anche il Meteo di La7 (del 21 marzo) ha avuto un inatteso finale cruelty free: il meteorologo Paolo Sottocorona, mostrando un’immagine della Animal Equality, ha invitato gli spettatori a rivedere il menù pasquale: “Sono al di là della questione “carne sì, carne no”, vi invito ad andare a vedere i filmati che mostrano come questa carne arriva nei vostri piatti, poi ognuno, senza ipocrisia, decida in coscienza se ce n'è bisogno. Di tradizioni ne abbiamo buttate a mare tantissime senza battere ciglio”.

Tutte le ricette cruelty free del menù si trovano su legadelcane.org, di seguito pubblichiamo un assaggio…  

Menù di Pasqua 2016:

Antipasto
Melanzane allegre
Ingredienti per 4 persone:
2 melanzane grandi
200 gr di tofu
4 pomodori da insalata
olio
origano
Preparazione:
Tagliate la melanzana a dischetti spessi, dopo averle cosparse di sale grosso e averle lasciati perdere il liquido per mezz’oretta, grigliatele.
Affettate i pomodori e il tofu un po’ più sottili delle melanzane. Impilare il tutto – senza esagerare con l’altezza – alternando una fetta di melanzana, una di pomodoro, una di tofu e aggiungere un pizzico di sale, un filo d’olio e un po’ di origano. Terminare sempre con la melanzana. Questo piatto potete servirlo freddo o passarle per qualche minuto nel forno.

Primo
Cannelloni green
Ingredienti per 4 persone:
250 gr di pasta fresca vegan
250 ml di besciamella vegan
300 gr di cavolfiori
2 bustine di zafferano
Olio extravergine di oliva
1 spicchio d’aglio
150 gr di parmigiano vegan grattugiato
Sale
Pepe
Preparazione:
preparate una pasta fresca e fatela riposare in frigorifero e poi stendete una sfoglia molto sottile. Preparate una besciamella vegan densa e morbida e aromatizzatela con lo zafferano.
Pulite e tagliate i cavolfiori e fateli cuocere in acqua bollente salata fino a quando non saranno diventati morbidi. Scolate e fateli saltare in padella con un filo d’olio extravergine di oliva e uno spicchio d’aglio. Un pizzico sale e di pepe e fate cuocere per 5 minuti.
Unite la besciamella ai cavolfiori e mettete un cucchiaio di questo composto al centro dei quadrati di pasta che ripiegherete su se stessi lasciando il lembo di chiusura verso il basso.
Sistemate i cannelloni in una teglia da forno leggermente oleata e copriteli con la besciamella rimanente e con abbondante parmigiano vegan.
Infornate i cannelloni per 15 minuti a 170°C.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]