Emoticon erotiche: ci pensa Durex a mettergli il preservativo con #CondomEmoji

23 novembre 2015 ore 10:30, Marta Moriconi
Emoticon erotiche: ci pensa Durex a mettergli il preservativo con #CondomEmoji
 Apple aveva provveduto a inserire i nerd tra gli emoticon.
Il nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, iOS 9 aveva pensato di immettere oltre che all'unicorno, i formaggi e i pop corn, l'hotdog e la faccina con la febbre, anche il visino del famoso secchione americano. Quanto agli emoji politicamente scorretti, è stato ideato il classico dito medio alzato, che ha avuto un gran successo. 

Ma tra quelli scandalosi, se ne aggiunge uno, che ha un obiettivo "sano". 

Non c'è solo l'erotismo, il sesso è anche prevenzione. Proteggersi è la parola d'ordine, e come convincere meglio i giovani se non con una bella faccina? Ci ha pensato Durex, che al volto più famoso che c'è, ha messo un profilattico, sperando di sensibilizzare tutti sui rischi che si nascondono dietro a un rapporto non protetto. Con #CondomEmoji si vuole rifiutare la paura e la vergogna di parlare di misure contraccettive dettate dall'idea che l'intimità è qualcosa di mio, da decidere da soli, e non qualcosa che riguarda la relazione con gli altri.  Infatti l’80% delle persone con età compresa fra 18 e 25 anni trova più semplice esprimersi mediante l’impiego delle emoji e oltre la metà dichiara di utilizzarle regolarmente nelle conversazioni riguardanti il sesso. L’84% ritiene di sentirsi a proprio agio interagendo con questo tipo di immagini piuttosto che a parole, quando si tratta di discussioni inerenti la sfera sessuale. Ancora più importante, oltre un terzo degli intervistati in una ricerca condotta da Durex (sempre con età fra 18 e 25 anni) non si preoccupa dei possibili rischi derivanti dal sesso non protetto e pensa che l’HIV non costituisca un pericolo per se stessi o per i propri amici. L'emoji-preservativo, per questo, ha un cappellino rosa per ricordare a tutti che proteggersi è un dovere non un'opzione. 
Come se bastasse questo...ma almeno ci si prova.

Recentemente proposta da Durex all'attenzione della società Unicode Conortium, il cui vaglio sarà indispensabile per consentire l'arrivo della nuova icona, previsto per il 1 dicembre, Giornata Mondiale contro l'AIDS, potrebbe quindi essere attiva e disponibile nelle chat dei social da quel giorno. Secondo gli ideatori, l'emoji dalle sembianze di preservativo potrebbe avere sui giovanissimi un potere coercitivo superiore rispetto a tutte le altre forme di campagne informative e portarli a comprendere meglio il rischi che si corrono come la trasmissione dell'HIV, di altre malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]