Velocità e occhio alle truffe: tutto quello che c'è da sapere sul Black Friday

23 novembre 2016 ore 8:35, Adriano Scianca
Tutti pazzi per il Black Friday. Già, ma cos'è, di preciso? Il “venerdì nero” è, per gli americani, la giornata consacrata allo shopping che cade sempre nel giorno successivo al Thanksgiving Day, ovvero la festa per il Giorno del ringraziamento. Consumismo? Forse. Ma anche un'occasione per portarsi avanti con l'acquisto dei regali natalizi e approfittare di offerte uniche. Nel Black Friday, infatti, le grandi catene commerciali sono solite offrire in questa occasione notevoli ed eccezionali promozioni al fine di incrementare le proprie vendite.

Velocità e occhio alle truffe: tutto quello che c'è da sapere sul Black Friday

 E il meccanismo funziona, tanto che non è inusuale trovare, già dalla notte precedente persone accampate di fronte ai grandi centri commerciali, anche perché molte catene fanno speciali promozioni per premiare i primi che riescono ad entrare nei negozi. Ma quando è nata l'usanza di questa vera e propria fiera dello shopping? C'è chi dice che tutto iniziò nel 1924, quando Macy's organizzò la prima parata per celebrare l'inizio dello shopping natalizio nel giorno successivo al Ringraziamento. È però nel clima edonistico degli anni '80 che esplose la mania del Black Friday così come lo conosciamo oggi. Quanto all'origine del nome, non c'è certezza. Secondo alcuni, sarebbe un riferimento al congestionamento del traffico stradale che si sviluppa, per l'occasione, in quel giorno. Traffico da “bollino nero”, appunto. Altri ritengono che faccia riferimento alle annotazioni sui libri contabili dei commercianti che, tradizionalmente, passavano dal colore rosso (perdite) al colore nero (guadagni): il Black Friday indicherebbe quindi un giorno di grandi guadagni per le attività commerciali. Con il Black Friday inizierebbe il periodo dell'anno più proficuo per i rivenditori, capace di portare in nero, quindi in attivo, i conti delle aziende commerciali. 

Oggi il Black Friday resta un'usanza tipicamente americana, ma le grandi catene lo stanno pian piano importando anche in Europa, soprattutto in Gran Bretagna, Geramania, Francia e, da qualche tempo, anche in Italia. Per chi volesse andare in cerca di occasioni in questa giornata particolare occorre seguire poche, semplici accortezze. Tanto per cominciare, così come accade per i saldi di fine stagione, occorre saper distinguere tra offerte vere e false. Memorizzare i prezzi, visitare siti, andare per negozi qualche giorno prima del fatidico venerdì, per esempio, aiuterà a capire la reale entità degli sconti. Oltre che ad occhiare i prodotti che interessano. Cercare offerte in modo generico, alla cieca, è sicuramente più difficile che andare in modo mirato su ciò che ci interessa. A meno che non si abbia una disponibilità economica pressoché infinita, inoltre, è bene fissare prima un budget preliminare a cui attenersi. Farsi prendere la mano dalle offerte è facile, meglio auto-limitarsi. Se si usa una scheda prepagata, per esempio, si può caricare direttamente solo la cifra che si intende spendere. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]