In asilo nido solo bimbi vaccinati: "E' coercizione" per M5S, ok di Renzi

23 novembre 2016 ore 17:03, Americo Mascarucci
Vaccini sì o vaccini no?
Il dibattito continua e nonostante da parte del mondo sanitario arrivino continui appelli a vaccinarsi c'è chi non considera una scelta giusta quella di imporre la vaccinazione per legge.
Il Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna ha approvato una legge a tutela dei bambini che frequentano gli asili nido (pubblici e privati) regionali: si potrà iscrivere il proprio figlio solo se sarà in regola con le vaccinazioni previste dal calendario vaccinale, ovvero solo previa certificazione dell’avvenuta vaccinazione contro difterite, tetano, poliomielite ed epatite B. 
L’obbligo scatterà dal prossimo anno scolastico, non sarà retroattivo e varrà solo per l’iscrizione ai nidi, sia pubblici che privati. 
Un provvedimento lodato via twitter anche dal premier Matteo Renzi che evidenzia come il provvedimento potrà essere utile ad invertire la tendenza in atto nella Regione che vede le vaccinazioni calare anziché aumentare. 
La percentuale di vaccinati che garantisce la migliore protezione a tutta la popolazione secondo l’Oms deve essere superiore al 95% mentre in Emilia-Romagna la copertura è stata del 93,4% nel 2015. 

In asilo nido solo bimbi vaccinati: 'E' coercizione' per M5S, ok di Renzi
I consiglieri del Movimento 5Stelle hanno votato contro la proposta di legge.
Raffaella Sensoli (M5s), relatrice di minoranza della legge e vicepresidente della commissione Sanità ha spiegato a Repubblica le ragioni del No.
"Con questa legge il Pd vuole attuare un metodo coercitivo: obbligare i genitori che vogliono iscrivere all'asilo nido i propri figli a vaccinarli. Tra l'altro così si toglie non un servizio, ma un diritto ad accedere ai servizi educativi. Noi non siamo contro le vaccinazioni, riteniamo che costringere i genitori possa produrre l'effetto opposto. Chi è convinto a non vaccinare i figli continuerà ad esserlo perché ancora una volta la politica ha dimostrato che non vuole dialogare coi cittadini. Si devono seguire altre strade, invece il Pd ha voluto piantare una bandierina e basta".
La polemica dunque prosegue

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]