Sinodo, Luxuria: "Papa vittima di un complotto, temo vincano gli altri"

23 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Sinodo, Luxuria: 'Papa vittima di un complotto, temo vincano gli altri'
L'autunno 2015 potrebbe essere dal punto di vista dei diritti civili un mese storico, senza precedenti. Per l'Italia (vedi Ddl Cirinnà), ma anche per l'intero pianeta visto il Sinodo sulla Famiglia che sta avviandosi alla conclusione in Vaticano. 
IntelligoNews ne ha parlato con Vladimir Luxuria, ex parlamentare dello Stivale e credente...

Iniziamo dal Sinodo che tra 48 ore arriverà alla conclusione. Crede che verranno prese decisioni epocali per quanto riguarda la famiglia?

«Spero di sì, ma temo di no perché ormai una corrente del Sinodo, anzi direi un partito visto che ormai lo stesso si è diviso in partiti, sta prevalendo sull'altra»

Quali sarebbero questi partiti?

«Uno è quello di cui fanno parte coloro i quali vorrebbero aprire ai diritti civili così come alla comunione ai divorziati, quello per intenderci capeggiato da Kasper, l'altro invece, guidato da Muller, è per la chiusura. Lo stesso Kasper più di ogni altro ha accusato di complotto la stampa in merito alla storia del tumore di Papa Francesco. Della serie: un Papa che volesse aprire non è credibile perché incapace di intendere e volere avendo un tumore al cervello. Purtroppo i mezzi utilizzati per contrastare le aperture non sono a volte propriamente cristiani» 

Ammesso che si tratti davvero di un complotto, non è stupita?

«Guardi, ancora è aperto il caso di Papa Luciani. Uno che disse Dio è uomo e donna, altro che ideologia del gender (ride, ndr). Io credo che ancora non sia chiara la morte di Luciani»

Dunque Luxuria non si stupisce, forse anche perché lei per prima è stata vittima di complotti o presunti tali?

«Sono una persona molto corretta, trasparente, ma le assicuro che se ci fossero state delle macchie le avrebbero tirate fuori e in fretta, ne sono certa»

Venendo al Ddl Cirinnà, il nodo è quello relativo all'utero in affitto, che lei preferisce chiamare maternità surrogata. Su questo, da ex parlamentare, potrebbe cadere anche il Governo?

«Preferisco chiamarla maternità surrogata perché si affittano gli appartamenti, non gli uteri. Venendo al Governo tutti gli scenari sono possibili, soprattutto dopo la proposta di Alfano del voto segreto. Lì tutto può accadere. Ci potrebbe essere una maggioranza diversa, magari anche qualcuno di Lega e Ncd che voterebbero a favore, ma dall'altra parte qualcuno del Pd potrebbe votare contro. Per non parlare del fatto che anche qualche esponente del Movimento 5 Stelle potrebbe sfruttare l'occasione per far cadere Renzi. Le leggi, per intenderci, non sempre sono votate sul merito, ma anche in base ai propri desideri di tenere in vita un Governo o farlo cadere» 

L'autunno del 2015, per concludere, entrerà o meno nella storia dell'Italia? Siamo dinanzi ad una primavera? Ci dica il suo pronostico.

«Temo che se ne parlerà ormai a gennaio, quindi più che una nuova primavera sarà un inverno diverso, capace di dare i frutti al contrario di quanto prevede la stagione» 

Dal Sinodo invecesempre per quanto riguarda i diritti civili, non si aspetta frutti. 

«Mi augurerei di sì perché credo che è arrivato il momento di una Chiesa più aperta, ma non con le porte spalancate per cacciare gli altri, ma per accogliere. Credo e temo però che la corrente più agguerrita, reazionaria e conservatrice avrà la meglio»


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]