Sinodo, Cacciari: "Il Papa sfumerà le posizioni. In passato era peggio, si ammazzavano..."

23 ottobre 2015, Marco Guerra
Sinodo, Cacciari: 'Il Papa sfumerà le posizioni. In passato era peggio, si ammazzavano...'
“Al Sinodo è in gioco la tradizione della Chiesa, per questo non credo che saranno grandi cambiamenti della dottrina”. Il filosofo Massimo Cacciari traccia insieme ad IntelligoNews un primo bilancio del Sinodo sulla famiglia, alla vigilia della chiusura dei lavori dei vescovi prevista per domani. “Nella Chiesa è in corso un conflitto, ma da secoli il cattolicesimo vive anche grazie a questo” spiega l’ex sindaco di Venezia. 

Allora Cacciari il sinodo si avvia alla conclusione. Non sono mancati scandali e tentativi di turbare il confronto tra i vescovi…

“E’ chiaro che nella Chiesa è in atto un confronto molto duro su questioni di fondo non spicciole. E quando nella Chiesa lo scontro si fa duro sono sempre scoppiati scandali e casi particolari. Questo non è una novità per la storia della Chiesa, che non è fatta di baci e abbracci. Tuttavia, bisogna leggere questi fatti ad un certo livello, non come se fosse un politicume qualsiasi, come se fosse Roma ladrona o cronache politiche. Bisogna capire quali sono i principi in gioco e le grandi tradizioni che entrano in gioco. Si parla della Chiesa e non di Renzi e Berlusconi. E questo non  viene quasi mai capito dai giornali”. 

Il Papa, all’inizio del sinodo, ha invitato tutti i vescovi a parlare chiaramente. Poi però le decisioni più importanti le prenderà lui…

Certamente, si tratta di questioni di fondo che non sono solo il fatto della comunione a divorziati. Ormai ne va del significato che il matrimonio ha nella tradizione della Chiesa, del significato che il precetto di castità ha per il sacerdozio. Sono in ballo questioni che agitano la Chiesa e le sue tradizioni da duemila anni e quindi, certo, il conflitto si fa duro come quando sono entrati in gioco principi analoghi…quello di collegialità, il primato del vescovo di Roma. Sono grandi questioni e la Chiesa vive da secoli anche grazie a questi conflitti”.

Sinodo, Cacciari: 'Il Papa sfumerà le posizioni. In passato era peggio, si ammazzavano...'
E infatti questo è un confronto che la politica non conosce nemmeno lontanamente…

“Si, poi che questo confronto avvenga con metodi anche poco corretti non è una novità, come abbiamo già detto. Anzi una volta era peggio, si avvelenavano…si ammazzavano”. 

Ma secondo lei a quali conclusioni arriveranno i vescovi?

“Non credo che ci saranno grandi cambiamenti della dottrina, il Papa riuscirà a sfumare le posizioni più progressiste e quelle più conservatrici. Secondo me i timori dei conservatori non sono tanto legati alla comunione ai divorziati – questa pratica nei fatti già avviene, come mi confermano molti amici cattolici divorziati che prendono parte alla Messa – quando al fatto che questa potrebbe andare a compromettere tutta la sacralità e l’indissolubilità del matrimonio cattolico. Dal loro punto di vista è una preoccupazione che ha un fondamento, perché se il matrimonio cristiano è indissolubile come si può accostare alla comunione una persona che ha voluto rompere questo legame?”. 

Ancora più controversa sarà la questione delle coppie gay…

“Su questo non c’è da aspettarsi alcuna novità. Ma che si aspetta che la Chiesa benedica l’unione di due persone dello stesso sesso? E magari che consenta pure che un prete abbia un compagno, così rompiamo anche il voto di castità per i consacrati. Insomma qui c’è in ballo la dottrina della Chiesa. Personalmente sono favorevole ad alcune aperture, ma capisco anche il punto di vista dell’ala più conservatrice dell’episcopato”. 




autore / Marco Guerra
Marco Guerra
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]