Iraq, blitz delle forze speciali Usa: liberati 69 ostaggi. Mistero sull'operazione

23 ottobre 2015, Andrea Barcariol
Iraq, blitz delle forze speciali Usa: liberati 69 ostaggi. Mistero sull'operazione
Un blitz che ha portato alla liberazione di 69 ostaggi in una prigione dell'Isis, nei pressi della città di Hawija. E' stato compiuto dalle forze speciali americane, secondo fonti del Pentagono, che hanno dato la notizia ai media. Durante la missione è stato ucciso un militare Usa (il primo caduto nella campagna intrapresa contro l'Is in Iraq e in Siria).

Il portavoce del Pentagono Peter Cook ha confermato in un comunicato l'operazione spiegando che il blitz è scattato dopo l'arrivo di notizie riguardanti "l'imminente esecuzione di massa" degli ostaggi. Le forze speciali americane sarebbero arrivate nella città in elicottero per guidare i peshmerga curdi sull'obiettivo. Cook ha precisato che cinque jihadisti dell'Is sono stati fatti prigionieri e altri, in numero non precisato, uccisi.

Secondo quanto riferisce la Cnn, non è ancora chiaro perchè le forze speciali Usa siano state coinvolte nell'operazione che sarebbe avvenuta nella notte tra mercoledì e giovedì. Fonti irachene hanno detto al NYt che durante il blitz sono stati lanciati anche attacchi aerei. Tra i 69 ostaggi liberati, ci dovrebbero essere 20 membri delle forze di sicurezza irachene. All'operazione hanno partecipato anche forze irachene e commando curdi.
Iraq, blitz delle forze speciali Usa: liberati 69 ostaggi. Mistero sull'operazione

Per il NYt si tratta della più importante operazione americana condotta contro l'Is in Iraq. "Un successo e un esempio della collaborazione tra le forze di coalizione a guida Usa e i peshmerga che lottano contro l'Is in Iraq" - il commento di un funzionario della Casa Bianca.

Resta però il mistero intorno al blitz, fa pensare che il Dipartimento della Difesa abbia esposto i propri soldati a un rischio così alto per liberare un nucleo di prigionieri iracheni. Sono in molti a domandarsi se tra gli ostaggi non ci fosse  qualcuno particolarmente importante.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]