Indipendenza, Spagna: lo strategemma della Catalogna per superare il veto costituzionale

23 settembre 2014 ore 9:18, Adriano Scianca
Indipendenza, Spagna: lo strategemma della Catalogna per superare il veto costituzionale
Il presidente della Generalitat de Catalunya, Artur Mas
, avrebbe in mente di fissare per il 9 novembre sia il referendum per l'indipendenza della Catalogna che le elezioni anticipate.
È quanto riporta il quotidiano El Mundo, che assicura che il presidente “compirà questa settimana il passo definitivo per rispettare la promessa di convocare i catalani alle urne”. Mas ha infatti il problema di aggirare il veto che sarà opposto dalla Corte costituzionale. Il governo centrale si oppone alla consultazione proprio perché, anche a suo avviso, il referendum è incostituzionale. L'ipotesi più accreditata circa la possibile strategia di Mas consiste nella pubblicazione della legge di consultazione in concomitanza della firma di un doppio decreto, per la convocazione della consultazione sulla sovranità e di elezioni regionali anticipate nello stesso giorno, il 9 novembre. In questo modo, anche se la Corte costituzionale sospenderà la legge di consultazione e il referendum “la Catalogna andrebbe a votare, anche se solo per eleggere il nuovo Parlamento”, in elezioni che “assumerebbero una forte connotazione plebiscitaria”, soprattutto se il partito di Mas si presenterà in una lista unica con gli indipendentisti di Esquerra Republicana de Catalunya (Erc). In questo scenario, tenuto conto dei tempi di convocazione delle elezioni previsti dalla legge elettorale generale - almeno 54 giorni prima del voto nelle urne - e di quelli fissati dallo Statuto di autonomia della regione - 40 giorni prima - la firma del doppio decreto non potrebbe andare oltre l'inizio della prossima settimana: altrimenti le eventuali elezioni dovrebbero slittare a dopo il 9 novembre.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]