Frantz al cinema è la Grande Guerra e la speranza di Hannah - guarda il VIDEO

23 settembre 2016 ore 16:51, Lucia Bigozzi
Un film che narra la guerra e lo fa in bianco e nero. E’ “Frantz” il lavoro cinematografico firmato da Francois Ozon, già apprezzato al Festival del Cinema di Venezia (in particolare dalla critica e dalla stampa di settore) che da oggi arriva in tutte le sale cinematografiche. La pellicola di Ozon è calibrata sulla narrazione - voluta e scelta in tedesco – trae origine da una pièce di Rostand, da cui già Lubitsch aveva ricavato 'Broken Lullaby' nel 1931. Il film di Ozon è ambientato in Germania all’indomani della prima guerra mondiale. La protagonista di “Frantz” è Anna una ragazza che piange la morte del fidanzato Frantz (appunto) ucciso al fronte. Ma è proprio sulla tomba dell’amato che Hannah incontra un giovane francese alquanto misterioso: Adrien. E da lì parte la storia. Un racconto che per Ozon ha significato anzitutto proporre la storia “dal punto di vista di chi aveva perso la guerra. Ho mantenuto alcuni aspetti del film di Lubitsch, anche se ovviamente la prospettiva storica è completamente diversa. Inoltre Lubitsch, che era tedesco, raccontava la storia dal punto di vista di una francese, mentre io che sono francese ho scelto di raccontarla dal punto di vista di una tedesca”. 

Frantz al cinema è la Grande Guerra e la speranza di Hannah - guarda il VIDEO
Quanto alla scelta – anche in questo caso deliberata – del bianco e nero, il regista francese ne spiega la ratio quando dice che “i nostri ricordi della guerra sono legati al bianco e nero,
dal punto di vista estetico mi sembrava la scelta giusta per trasmettere i momenti di lutto e dolore. Il colore segna invece il ritorno alla vita”. Infine per il ricorso all’uso della lingua tedesca nelle conversazioni e nei parlati del film, Ozon rimarca come il pubblico di oggi “non accetterebbe mai l’uso convenzionale di una sola lingua per personaggi di nazionalità diversa. E’ un problema di verità. Gli attori hanno dovuto fare un grande lavoro per imparare le battute in una lingua non loro”. Da oggi “Frantz” è nelle sale cinematografiche e in molti, tra gli addetti ai lavori, lo considerano già il miglior avvio della stagione cinematografica. 
Ecco il trailer del film di Francois Ozon: 



autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]