Il classico di Prada è piume e tartan, come "l'oggi è pieno di contraddizioni"

23 settembre 2016 ore 12:49, Micaela Del Monte
Prada riparte dalla semplicità, dal classico e dai colori neutri. Sono queste infatti le basi da cui parte Miuccia Prada per la collezione estiva del prossimo anno. Il tutto è stato presentato assieme ad una scenografia dura e pura, la proiezione di un corto (definita "un’installazione cinematografica"), ideato dal regista David O’Russell e dallo studio newyorkese di design 2x4 e soprattutto una collezione che prova a fare i conti con la tradizione della maison.
La designer parla del desiderio di proporre “un’eleganza semplice, un ritorno all’idea dell’umano, di qualcosa in grado di raccontare l’umanità nella sua essenza, senza complicazioni di stile”. Lo stesso compito, sostiene, è stato intrapreso dal regista O’Russell nelle storie raccontate.

"Questa mia eleganza è tutta sbagliata e per questo mi piace - ha detto Miuccia Prada -. Se no la parola stessa fa vecchio, anche se fa sempre bene guardare al classico di certi cardigan cammello o grigi e di certi chemisier".
 
"Stavolta ho voluto cambiare tutto, purificare, togliere il troppo, per una semplicità chic, molto umana, passionale, sensibile. Cose belle e brutte mixate insieme - ha aggiunto - senza troppe contaminazioni di stylist. Adesso no, è l'ora della semplicità alla mia maniera, con la piuma messa su una camicetta e sui polsi, all'orlo dei pantaloni o sui sandali, a volte di dubbio gusto". Il graffio felino di Miuccia ancora una volta analizza la società e la cultura del nostro vivere quotidiano, trasformando il modo in cui tutti noi consideriamo le idee di gusto e bellezza.

La gonna al ginocchio ha il taglio classico, a portafoglio o a pannelli, ma è bordata da piume in colori a contrasto; il maglioncino grigio è da brava ragazza di una volta eppure si abbina alla stoletta di visone con le piume "di dubbio gusto" e alle platform di pelliccia. Il soprabito è sensualmente stretto in vita da un velcro colorato, così come il giubbino tartan e il gilet di pelle colorata portato con la camicetta a piccole fantasie geometriche. Il pigiama cinese ha le maniche e i pantaloni orlati di piume, la blusina stampata si porta con il top e gli shorts da bagno, l'abito di organza con la camicetta fantasia, la gonna in jersey con il top minimale e le scarpe basse con le zeppe. Per la sera l'abito a fiori si abbina alla camicia stampata e alle decolleté tartan, il cappottino grigio con il tubino di organza rosa bon bon, il soprabito giallo si accende di ricami. Semplice sì, ma alla maniera di Prada. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]