Allegri, per Dybala niente goal dell'ex: "A Palermo in panchina"

23 settembre 2016 ore 23:59, Andrea De Angelis
Doveva essere la coppia dei sogni. Tutta Argentina, per vincere in Italia (di nuovo) e in Europa (finalmente). Lui ed Higuain, roba da capogiro. "Cinquanta goal", titolavano i più ottimisti. Ma al momento il più giovane dei due è a secco.

"Paolino", così come era solito chiamarlo quello che può essere definito il suo primo allenatore (un po' come Mazzone con Totti), ovvero Beppe Iachini, vale davvero tanto. Perché se in quel di Palermo i suoi goal arrivavano a grappoli, non era certo scontato che potesse ripetersi a Torino. Invece così è stato e ora il piccolo attaccante argentino attira ormai l'attenzione di mezza Europa (ma la squadra campione d'Italia non ha pensato un attimo di privarsi del suo gioiellino)
Dybala in un'intervista a Tuttosport la scorsa estate ha parlato della vittoria dello scudetto al suo primo anno in bianconero, di Argentina e anche di mercato: "Da quando sono arrivato in Italia mi sono reso conto che la Juventus non era una squadra come le altre, non esiste una squadra così forte e con uno stadio capace di incutere così timore. Non mi sono mai pentito nemmeno per un attimo della mia scelta, nemmeno quando eravamo lontani dall'Inter perchè avevo la consapevolezza di essere arrivato in una delle squadre più forti del mondo. La Juve di quest'anno mi ha ricordato l’Italia del 2006, che aveva iniziato male il Mondiale, sembrava a un passo dall’uscire e poi lo ha vinto". Insomma, l'amore è reciproco. 

Allegri, per Dybala niente goal dell'ex: 'A Palermo in panchina'
E lo amano anche i tifosi, a partire dal primo di tutti, ovvero il suo allenatore: Massimiliano Allegri. Ha parlato di "ottimo lavoro" dopo la vittoria con il Cagliari, nella quale molti si aspettavano il goal che però non è arrivato. Adesso però potrebbe essere arrivato anche per lui il momento di sedere in panchina. 
Lo ha lasciato intendere Allegri, a 24 ore dall'anticipo che vedrà la Juventus impegnata sul campo di un Palermo capace di pareggiare con l'Inter in trasferta un mese fa. Gara non certo proibitiva, ma che per Dybala ha un sapore davvero particolare. Il goal dell'ex era atteso, ma forse non arriverà. 
Perché va dunque in panchina? Va fatto un doppio discorso. Da un lato stiamo parlando dell'attaccante bianconero che ha giocato fino ad ora più minuti, dall'altro di quello che ha segnato di meno. La media lo scorso anno fu di 0,5 (23 reti in 46 gare, saltò solo quattro partite in campionato), adesso è ovviamente più bassa. Allegri è sicuro: "Tornerà a segnare". Ma al momento è meglio fargli tirare un po' il fiato. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]