Terremoto Amatrice, cosa fare in caso di nuove scosse: regole e consigli

24 agosto 2016 ore 15:58, Andrea De Angelis
Questa notte il cuore dell'Italia ha tremato per oltre 100 secondi. Un sisma violento, che ha causato decine di morti provocando ingenti danni alle abitazioni dei comuni di Accumoli (comune dell'epicentro), Amatrice (il sindaco ha detto che "il paese non c'è più") e Pescara del Tronto (già dieci morti). Le vittime, dunque, si piangono in quattro regioni d'Italia: Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo. 

Ma cosa fare in caso di terremoto? Come comportarsi se ci saranno nuove scosse, oltre a quelle prevedibili di assestamento dovute al naturale sciame sismico?
La Croce Rossa, via social, con una immagine esemplificativa spiega ai cittadini in che modo comportarsi, distinguendo due situazioni: luoghi al coperto e luoghi allo scoperto. 

Terremoto Amatrice, cosa fare in caso di nuove scosse: regole e consigli
Intanto è bene tenere a casa una cassetta di pronto soccorso. Evitare poi di prendere l'ascensore, ma anche di precipitarsi per le scale, spesso a rischio. Proteggersi sotto un tavolo può essere una buona soluzione, così come cercare riparo nel vano di una porta inserita in un muro portante. Porte che, lo ricordiamo, non vanno chiuse a chiave, anzi aperte il prima possibile per verificare che non risultino bloccate. 
Se ci si trova invece all'aperto, evitare di usare automobili e linee telefoniche. Se ci si trova già in macchina, allontanarsi da ponti, terreni franosi o spiagge.  Allontanarsi sempre da costruzioni e linee elettriche.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]