Terremoto, terribile ultima ora: "100 dispersi solo a Pescara del Tronto" e 38 vittime

24 agosto 2016 ore 12:49, Luca Lippi
Continua ad aumentare il numero delle vittime del terremoto che ha fatto tremare il Centro Italia questa notte, mercoledì 24 agosto, intorno alle 3:36. 

Secondo l'ultimo, provvisorio bilancio i morti sono oltre venti. I timori su una possibile crescita di questa già drammatica cifra sono fondati, visto che il sindaco di Amatrice ha parlato di "decine di vittime" solo nel suo Comune. Ad Accumoli, luogo dell'epicentro, al momento sono 4 i morti e 8 i dispersi. 
La notizia più agghiacciante arriva però, trasmessa dall'Agi, da un altro Comune fortemente coinvolto, Pescara del Tronto. Lì infatti le vittime sono giù una decina, ma soprattutto si conterebbero "un centinaio di dispersi". 

Terremoto, terribile ultima ora: '100 dispersi solo a Pescara del Tronto' e 38 vittime
Alla prima, forte scossa ne sono seguite altre nella notte: una di magnitudo 3.9 vicino Perugia, e altre due di magnitudo 3.9 e 3.8 sempre nei pressi di Rieti. Un'ulteriore più forte scossa e' stata registrata alle 4.33, ha avuto magnitudo 5,4, con epicentro nella zona di Perugia e una profondità di 9 chilometri. L'Ingv ha fatto sapere che si è verificato uno sciame sismico con 39 scosse. Il terremoto è stato udito distintamente anche a Roma dove la terra ha tremato per circa 20 secondi e poi anche per le diverse scosse di assestamento.

Ore 12:46 - Il bilancio del sisma è al momento di 38 vittime accertate. I centri più colpiti si confermano Accumoli e Amatrice, in provincia di Rieti, e Pescara del Tronto (Ascoli Piceno), nelle Marche. Sono segnalate molte persone ancora sotto le macerie e il bilancio dei morti è destinato a salire. 
Secondo la Protezione Civile: “Numeri destinati a salire”. A fornire la stima di 38 vittime è stata Immacolata Postiglione, responsabile ufficio emergenze della protezione civile. “Ci risultano 10 morti ad Arquata e 28 nell’area tra Amatrice e Accumoli”, ha detto in conferenza stampa. C'è il sospetto che sotto le macerie vi siano più persone di quanto si possa immaginare, attendiamo comunicati ufficiali.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]