Terremoto Centro Italia: funziona il Safety Check di Facebook?

24 agosto 2016 ore 11:20, intelligo
di Luciana Palmacci

"Stai bene? Dillo a Facebook". La terra ha tremato di nuovo in Italia questa notte, alle 3:36 nell'Appennino centrale con epicentro in provincia di Rieti e tra i soccorsi anche Facebook si sta dando da fare. È attivo, come purtroppo accade in questi momenti tragici, il servizio Safety Check del social che consente agli utenti di far conoscere ad amici e parenti il proprio stato di salute. Lo strumento social è la maniera più veloce e sicura per accettarsi che tutti i propri contatti siano al sicuro e stiano bene, soprattutto in zone dove le comunicazioni telefoniche potrebbero aver subito danni e non funzionare correttamente. 
Lo staff di Facebook ha accompagnato l’attivazione del Safety Check dichiarando: “A seguito di un recente Safety Check generato dalla community, abbiamo attivato il Safety Check Facebook in occasione del terremoto che ha colpito tutta l’Italia centrale. I nostri cuori sono con tutti coloro che sono stati toccati da questi tragici eventi. Il Safety Check è un modo semplice e facile per far sapere di essere al sicuro e per controllare che lo siano anche le altre persone a seguito di una crisi o di un disastro. Ci auguriamo che questo strumento sia utile per le persone delle zone colpite e che lo trovino un modo efficace per comunicare ad amici e parenti di essere in salvo e al sicuro”. 

Terremoto Centro Italia: funziona il Safety Check di Facebook?
Ricordiamo come il Safety Check fu introdotto nell'ottobre del 2014 e recentemente utilizzato in diverse altre catastrofi o attentati come il terremoto in Nepal nel 2015, o negli attacchi terroristici di Parigi e Nizza. La situazione è in evoluzione e come spesso accade il web è d'aiuto sia per seguire gli eventi sia per supportare parenti e amici delle persone potenzialmente coinvolte nell'ennesimo evento tragico che la Natura ci ha riservato. 
Partendo dagli aggiornamenti, la fonte ufficiale più quotata in Italia è @INGVterremoti, sia su Twitter sia tramite il blog ufficiale, dove trovare informazioni minuto per minuto. Intanto gli hashtag #terremoto e #Earthquake sono e resteranno per ore i più seguiti, e sono utili per recuperare i numeri utili di Croce Rossa e Protezione Civile.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]