Renzi e Mattarella per Amatrice: "Priorità è scavare" e ora "solidarietà"

24 agosto 2016 ore 15:11, Lucia Bigozzi
A Palazzo Chigi Renzi mette su una conferenza stampa volante, mentre si tiene in contatto con il quartier generale dei soccorsi, per dire che “ora la priorità è scavare” e che “in queste ore il lavoro continua e dobbiamo attrezzarci per l'emergenza delle prossime ore, giorni e settimane. Nei momenti di difficoltà l'Italia sa come fare, mostra il suo volto più bello. Prendiamo l'impegno che nessuno verrà lasciato da solo, nessuna famiglia, nessun Comune, nessuna frazione. E mettiamoci al lavoro”. 

Renzi e Mattarella per Amatrice: 'Priorità è scavare' e ora 'solidarietà'
Il primo pensiero del presidente del Consiglio è per le “famiglie delle vittime, a chi ha perso un figlio, un genitore, un amico, a chi sta vivendo ore drammatiche
. L'Italia piange i propri connazionali, ma mostra anche il cuore grande e generoso di un volontariato che si è messo in moto fin dalle prime ore di stanotte e la sua protezione civile: la macchina si è messa in moto con grande decisione e determinazione. A tutti il grazie del governo e di tutti gli italiani”. In giornata Renzi sarà nei luoghi del sisma. 

Sulla tragedia che ha colpito Amatrice e il Reatino è intervenuto anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha sottolineato il “momento di dolore” che l’Italia sta vivendo in queste ore e ha rivolto “un appello alla comune responsabilità. Tutto il Paese deve stringersi con solidarietà attorno alle popolazioni colpite. Il mio primo pensiero va alle tante vittime di questo devastante sisma che ha colpito una parte così ampia di territorio nazionale. Voglio ringraziare le autorità locali, la protezione civile, i vigili del fuoco, le forze di polizia, le forze armate, i volontari, per l'impegno e la dedizione nell'opera di soccorso”. E sul cosa fare, Mattarella aggiunge: “Nell’immediato occorre impegnare tutte le forze per salvare vite umane, curare i feriti e assicurare le migliori condizioni agli sfollati. Sarà subito dopo necessario un rapido sforzo corale per garantire la ricostruzione dei centri distrutti, la ripresa delle attività produttive e il recupero della normalità di vita”. 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]