Turchia attacca Isis per colpire i curdi in Siria: per Erdogan "tutti terroristi"

24 agosto 2016 ore 15:55, Americo Mascarucci
L?'artiglieria turca ha bombardato i miliziani curdi in Siria, alleati degli Stati Uniti, e postazioni dello Stato islamico vicino al confine in Siria, entrambi considerati da Ankara organizzazioni terroristiche. 
Gli attacchi hanno preso di mira soprattutto l'?area a nord della città di Manbji, recentemente liberata dalla presenza dell'?Isis proprio dai curdi. 
Chi ci capisce è bravo verrebbe da dire, ma con Erdogan non è sempre facile comprendere la coerenza di certe strategie. 
Si ha come l’impressione che gli attacchi all’Isis siano in realtà l'alibi per colpire i curdi che sono alleati degli Usa nella lotta al Califfato, ma nemici di Erdogan. 
Al punto che sono tanti i dubbi intorno all’attentato terroristico compiuto da un presunto baby kamikaze (ma anche su questo i dubbi sono parecchi) durante i festeggiamenti per le nozze di un capo curdo al quale erano invitati anche esponenti di punta del partito curdo di opposizione. 

Turchia attacca Isis per colpire i curdi in Siria: per Erdogan 'tutti terroristi'
L'ufficio del primo ministro turco all'agenzia Anadolu spiega che "l'obiettivo è di cancellare le organizzazioni terroristiche al confine della Turchia e aumentare il livello della sicurezza alle frontiere per dare sostegno all'integrità territoriale siriana". Il termine generico di "organizzazioni terroristiche" inevitabilmente finisce per prestare il fianco agli attacchi ai curdi che Erdogan considera pericolosi anche più dell'Isis. Ma forse, attaccare i curdi senza dare l'idea di voler combattere in primo luogo il Califfato, non sarebbe stato possibile. L'isis insomma offrirebbe ai turchi un buon pretesto per regolare i conti con i nemici di sempre.
Nonostante ciò gli Stati Uniti sostengono l'offensiva militare turca contro l'Isis nel territorio siriano che è stata ribattezzata "Scudo dell'Eufrate". Un sostegno dato sotto forma di condivisione delle informazioni di intelligence e la partecipazione dei consiglieri militari americani ma potrebbe anche coinvolgere le forze aeree se la Turchia lo richiederà.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]