Terremoto fino all'Umbria: danni da Norcia ad Assisi passando per Perugia e Terni

24 agosto 2016 ore 16:55, Lucia Bigozzi
Da Amatrice all’Umbria seguendo la lunga scia di scosse sismiche che come una ragnatela hanno fatto tremare la terra tra Lazio, Marche e Umbria. Ed è proprio nella regione di cui Perugia è capoluogo che si sposta l’attenzione sulla conta dei danni. Se ne sono registrati in particolare a Norcia, con alcuni crolli e crepe vistose nelle case del centro storico: in piazza San Benedetto, i vigili del fuoco hanno allestito una centrale operativa dove raccogliere le segnalazione da parte dei cittadini e da dove far partire i sopralluoghi e le verifiche sulla stabilità degli edifici. Danni consistenti sono stati rilevati nel torrino del duomo, già colpito dal sisma che interessò la città di San Benedetto nella seconda metà degli anni Settanta. Danneggiato anche l’ospedale dove una quindicina di persone sono state medicate e assistite per malori e lo spavento determinato dalle scosse di terremoto. Al momento non si registrano feriti gravi. A Norcia dopo le prime due forti scosse, la prima alle 3.36 e la seconda un’ora dopo ne sono state avvertite altre due di consistente intensità. 

Terremoto fino all'Umbria: danni da Norcia ad Assisi passando per Perugia e Terni
Nella frazione di San Pellegrino, una casa non ha retto ed è crollata: fortunatamente la famiglia di vacanzieri romani che la abitava, era rientrata in città due giorni fa.
Danni, invece, maggiori, a Castelluccio, il borgo che sovrasta la Piana di Norcia. Situazione senza particolari problemi anche in altri centri umbri dove tuttavia la gente è particolarmente colpita per aver vissuto già il disastro del sisma che colpì l’Umbria alcuni anni fa, nel 2009 concentrandosi in particolare su Gualdo Tadino. Lavoro senza sosta per i vigili del fuoco tra Perugia e Terni dove ci sono state decine di richieste di intervento da parte dei cittadini allarmati da crepe nelle proprie case. Stessa situazione anche a Orvieto, Foligno e Spoleto, dove la gran parte degli abitanti la notte scorsa sono scese in strada. Il sisma è stato avvertito chiaramente anche ad Assisi come raccontano i frati francescani. Fortunatamente non si registrano danni alla Basilica di San Francesco: lo ha dichiarato all’agenzia Ansa padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Convento. Tuttavia, le verifiche dei vigili del fuoco e dei tecnici proseguiranno per monitorare la situazione.  Dopo le prime due forti scosse, alle 3,35 e circa un’ora dopo, a Norcia sono state ne sono state avvertite almeno altre due significative. Nella frazione di San Pellegrino, è crollata una casa che, fino a due giorni fa, ospitava una famiglia romana in vacanza. Danni più consistenti a Castelluccio, il piccolo borgo che domina l’omonima Piana, celebre per la sua fioritura e meta turistica molto frequentata.  
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]