25 Aprile ipocrita per Salvini, domani i "rossi occupano la Festa"

24 aprile 2015, intelligo
25 Aprile ipocrita per Salvini, domani i 'rossi occupano la Festa'
Le celebrazioni per il 25 aprile che si tingono solo di rosso non vanno già a Matteo Salvini che parla di "una vera ipocrisia".
 Per questo domani il segretario leghista passerà la giornata con i suoi figli e si dice "infastidito dal velo di imbarazzante ipocrisia dietro al quale si celano Renzi, le istituzioni e tutti coloro che scendono in piazza con le bandiere rosse per la libertà e se ne fotte, ad esempio, di un milione e mezzo di armeni cristiani massacrati dai turchi". 

E il riferimento al genocidio armeno è chiaro. 

Infatti proprio a margine di una iniziativa organizzata dal consolato armeno e dall'Unione armeni d'Italia a Palazzo Marino, Salvini attacca:  "Forse la Turchia fa comodo a qualcuno che la vuole in Europa e nella Nato perché è un business mentre un milione e mezzo di morti andrebbero, invece, ricordati senza ipocrisia. Per questo -aggiunge- ringrazio il Papa per aver squarciato questo velo di ipocrisia". 

Tornando alle celebrazioni per il 25 aprile "la resistenza -osserva Salvini- non fu solo rossa ma anche bianca, liberale e democratica. Ci sono stati tanti parroci fatti fuori dai comunisti dopo il 25 aprile. Quella di domani è una vera occupazione rossa di una festa che dovrebbe riguardare tutti. Questo mi dà estremamente fastidio -conclude- e per questo domani me ne starò a casa con i miei figli non prestandomi a questo tipo di strumentalizzazioni". 

(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]