Ipotesi attentato in Vaticano, Parolin: "Abbiamo tutti paura ma Papa è tranquillo"

24 aprile 2015, intelligo
Ipotesi attentato in Vaticano, Parolin: 'Abbiamo tutti paura ma Papa è tranquillo'
Arresti per terrorismo e sul tavolo l'ipotesi di un attentato in Vaticano dopo i controlli effettuati. A Fiumicino i due kamikaze erano arrivati e uno dei due era rimasto a Roma, destinato a farsi saltare in aria in Vaticano tra i pellegrini. Ma il piano saltò a marzo 2010 grazie alla nostra Digos che intercettava le loro telefonate. 

Ora il segretario di Stato Vaticano Pietro Parolin, a margine dell'inaugurazione a Padova dell'anno accademico della facoltà teologica del Trivenete, ha commentato così il rischio attentati nello Stato Vaticano: "Il timore più grande è che possano essere coinvolte persone innocenti in attentati. Non mi sembra però di percepire in Vaticano una preoccupazione esagerata, certo bisogna stare attenti".

Poi ha spiegato meglio lo stato d'animo, anche del Pontefice: "Credo che anche da un punto di vista della sicurezza ci siano delle garanzie, tutte le strutture che si occupano di sicurezza sono particolarmente attente ma non mi pare ci sia assolutamente un allarme - ha continuato - Siamo esposti come tutti a questa minaccia, come abbiamo visto anche in Francia. Siamo tutti esposti e abbiamo tutti paura ma il Papa è molto tranquillo in questo, basta vedere come incontra le persone con grande lucidità e serenità e apertura". 

Poi in riferimento al terrorismo dice: "Papa Francesco parla costantemente dei pericoli di tutti i fondamentalismi che siano essi culturali, religiosi o teologici. Del fondamentalismo esiste un pericolo grave per l'ordine politico, perché esso produce delle violenze indefinite. Tocca dunque alle religioni interrogarsi e partecipare alla costruzione della pace". 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]