Poli Bortone (Mov. per An) a Fdi: “Pronti ad una soluzione con la Meloni ma attenzione a tirare la corda…”

24 gennaio 2014 ore 16:06, Lucia Bigozzi
polibortones-300x190Lettera chiama lettera. Al “Caro Francesco (Storace) ti scrivo…” della Meloni risponde Storace insieme a tutti gli esponenti del Movimento per Alleanza Nazionale che aggrega partiti e movimenti di centrodestra che vanno da La Destra di Storace a Fli di Menia passando per Io Sud di Adriana Poli Bortone. Proprio l’ex ministro per le Politiche Agricole, anticipa a Intelligonews non solo la risposta a Fratelli d’Italia ma anche le prospettive in vista delle elezioni europee. E sulla privatizzazione di Bankitalia boccia il governo Letta… Onorevole Poli Bortone, come legge la lettera di Giorgia Meloni a Francesco Storace e come rispondete? «Abbiamo già risposto tutti insieme perché noi parliamo con un’unica voce. Nella nostra lettera diciamo che siamo nati per unire e quindi continuiamo nel nostro intento di tentare di mettere insieme tutta Alleanza Nazionale e coloro che si riconoscono nei nostri valori. Non ci tiriamo indietro anche se continuiamo a pensare che non siano questi i sistemi – primarie o congresso o quant’altro - che loro vorrebbero fare, il luogo giusto per poterci incontrare. Quindi lasciamo che Fdi faccia il suo congresso e subito dopo ci possiamo senz’altro risentire per affrontare insieme, come noi auspichiamo, la campagna elettorale per le europee». Dunque da parte vostra c’è una disponibilità di massima ma poi c’è da ragionare sui contenuti. «A noi sarebbe piaciuto molto di più che in tutti questi mesi, piuttosto che impegnarsi in primarie o quant'altro, vi fosse stato un impegno per un evento nazionale da fare tutti insieme sui temi. Credo che oggi il cittadino comune sia interessato di più a sapere cosa una destra unita vuole portare avanti per la programmazione delle politiche del lavoro, il rilancio dell’economia, i rapporti con l’Europa, presidenzialismo, l’abolizione delle Regioni e degli sprechi che ci sono. Ritengo che la gente si appassioni di meno a sapere chi può andare comandare rispetto a un nuovo soggetto politico». Dopo la lettera della Meloni a Storace ci sono stati incontri? «Sì. Ieri Storace ha discusso di questo con la Meloni; i toni sono stati cordiali e ci sono le condizioni per arrivare a una soluzione comune purchè non si tiri tanto la corda. Mi è parso che ci fosse disponibilità e apertura, oltretutto condizionata dagli eventi di questi giorni…». Si riferisce all’Italicum? «La nuova legge elettorale, nuova … si fa per dire, è particolarmente punitiva nei riguardi delle formazioni minori, per cui sarebbe velleitario da parte di ciascuno andare avanti solo per fare testimonianza». Come valuta l’ok del governo alla privatizzazione di Bankitalia? «Non sono un’esperta, ma credo che rappresenti un danno ulteriore per l’Italia anche in termini di sovranità; perché se noi facciamo entrare dei soggetti che stanno lì in agguato e arrivano dall’estero per cercare di governare anche i nostri flussi di danaro, allora non solo abbiamo dovuto riconoscere di essere deboli nei riguardi dell’Europa ma rischiamo perfino di svendere a pezzi la nostra Italia».
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]