Caro Menia la “base” ti scrive

24 giugno 2013 ore 13:19, intelligo
Caro Menia la “base” ti scrive
Adelio Fioritto si rivolge a Roberto Menia tramite Intelligonews.
Oggetto della discordia le dichiarazioni di Menia rilasciate lo scorso 30 maggio sull'alleanza tra Fli ed Alemanno (http://www.intelligonews.it/menia-fli-sta-con-alemanno-per-battere-marino-non-per-i-beni-di-an/).   Ecco la lettera di Fioritto: la richiesta è di approfondire il concetto di “base”. Ma esiste ancora la "base" di Fli? Roberto Menia e Daniele Toto dovranno pur rispondere un giorno delle proprie (non)dichiarazioni e ciò accadrà non necessariamente per mezzo di un incontro, ma forse soprattutto attraverso il (non)voto, netta conseguenza della (non)partecipazione. E ancor prima di ciò, dovranno spiegarci se sono i coordinatori nazionali di Futuro e Libertà o di Generazione Italia dato che, evidentemente, sussiste una particolare propensione a viaggiare in sintonia con ciò che sono le dichiarazioni del movimento bocchiniano. Ma veniamo ai fatti. Il 29 Maggio scorso il neo coordinatore Menia emana un comunicato atto a dare pieno appoggio al Sindaco uscente Alemanno, candidato berlusconiano, in vista di un’auspicata riunificazione delle (non)destre. Leggendo l’articolo «Fli sta con Alemanno per battere Marino, non per i beni di An» , non si può far altro che apprendere attoniti di come tutto ciò che FLI abbia mai rappresentato, almeno nelle origini, sia stato letteralmente spazzato via con un colpo di spugna degno di un desposta. E non potrebbe essere altrimenti visto che, senza che ci sia mai stata una riunione, senza che si sia svolto un benché minimo congresso (battuta del momento “nella cabina telefonica”, ma come darglitorto) o qualcosa che ne avesse quantomeno la parvenza, alla domanda « La vostra base come ha accolto questa decisione? » egli rispondeva «La gran parte sostanzialmente è d’accordo. Certo, non tutti allo stesso modo: ognuno ha opinioni diverse ». Mi verrebbe allora da chiedere a quale “base” lui si riferisca e di quale “appoggio” voleva far affidamento visto che, i dati in mio possesso, dicono esattamente l’opposto, se non peggio. Tramite una domanda lanciata sulla fanpage di fli live, utenza aperta dalla base e per la base, si chiedeva a tutti i simpatizzanti «Roberto Menia , parlando a nome di FLI , vorrebbe appoggiare Alemanno al ballottaggio. Ma cosa ne pensa realmente la Base di FLI?» Le risposte sono di pubblico dominio ed in particolar modo ecco ciò che si evince:
  • il 51% degli utenti risponde sarcasticamente chiedendosi se FLI esista ancora ;
  • il 41% si dice fermamente contrario (e tra coloro ce ne sono alcuni che denunciano la propria fuoriuscita )
  • ed il restante 8,6 % accoglie positivamente la richiesta, ma di questi ultimi solo il 4% si dice pienamente favorevole, mentre per il restante 4,6% trattasi solo di scelta obbligata pur di non votare a sinistra.
  Per quanto appena emerso, davvero e dal profondo del cuore mi viene da chiedere, al mio coordinatore nazionale, di “quale base” stiamo parlando. Forse quella degli ex politici non più rientrati in parlamento, o magari di altri consiglieri che celano le proprie sembianze da lupo travestendosi sotto il mantello del ricambio generazionale. Ma se c’è ancora un briciolo di dignità politica e di rispetto – tra costoro – che si abbia almeno la compiacenza di non parlare più della “base”: ella li ha già bollati e cestinati passando dall’ 8% allo 0,5% , non merita ulteriori umiliazioni solo per il compiacimento personale di qualcuno.   di Adelio Fioritto      
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]