Medjugorje, ci siamo. Sta arrivando il verdetto sul culto e non sulle apparizioni

24 giugno 2015, Marta Moriconi
Medjugorje, ci siamo. Sta arrivando il verdetto sul culto e non sulle apparizioni
"Medjugorje e la Madonna hanno bisogno di un attestato di fiducia da parte della Chiesa di cui la Madonna è Madre come ha voluto suo Figlio. Non c’è bisogno di dimostrare che esista il sovrannaturale, sarebbe solo una probatio diabolica. Per il popolo di Dio sarebbe sufficiente dire che è “Luogo di culto e di preghiera riconosciuto da Papa Francesco e quindi da tutta la Santa Chiesa”: aveva scritto Paolo Brosio in una lettera lanciata da IntelligoNews e indirizzata Papa. 

Oggi anche Messori parla di una probabile decisione interlocutoria, cioè di riconoscere la Chiesa come Santuario, ma non le apparizioni.

Questa non sarebbe una doccia fredda, anzi gelata, come quella che molti fedeli della Gospa avvertirono quando papa Francesco fece cadere sulla loro testa queste parole durante l'omelia di Santa Marta: Ma dove sono i veggenti che ci dicono oggi la lettera che la Madonna manderà alle 4 del pomeriggio?' domandò ironicamente Francesco “Questa non è identità cristiana - sottolinea il Papa – L’ultima parola di Dio si chiama Gesù e niente di più, perché la Madonna non manda emissari" disse. 

Chissà se si riferiva a quelli del paesino della Bosnia Herzegovina... sicuramente lasciò molto con l'amaro in bocca i tanti convertiti che nel tempo sono "sgorgati" da quella "fonte".

Comunque ci siamo, oggi anniversario della apparizioni potrebbe essere il giorno giusto. Bergoglio ha già chiarito che il responso della commissione d’indagine istituita da Benedetto XVI e presieduta dal cardinale Camillo Ruini, consegnato da tempo al papa, sarà presto reso noto dalla Congregazione per la Dottrina della Fede (ma stando alle indiscrezioni pare sia negativo).

L’orientamento della Chiesa sembrerebbe al momento ricalcare quello dei vescovi della Bosnia che hanno sempre escluso il carattere sovrannaturale delle apparizioni. 

Eppure lì qualcosa è accaduto, così come è accaduto a Civitavecchia dove una statua della Vergine è stata vista piangere lacrime di sangue. Anche qui un’apposita commissione vaticana ha però escluso il carattere sovrannaturale dell’evento che quindi non è riconosciuto dalla Chiesa come un miracolo. 

Eppure folle di pellegrini ogni giorno si recano a Medjugorje a pregare la Madonna convinti che il miracolo esista e che le apparizioni non siano affatto il frutto delle suggestioni popolari. Sicuramente la Chiesa non potrà ignorarle.  

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]