"Obiettivi di sinistra". Dopo Civati anche Fassina lascia il Pd

24 giugno 2015, Andrea De Angelis
La voce si era rincorsa nelle ultime ore, già questa mattina alcuni giornali la riportavano come indiscrezione, ma adesso è arrivata l'ufficialità.

'Obiettivi di sinistra'. Dopo Civati anche Fassina lascia il Pd
Stefano Fassina ha lasciato il Partito Democratico
. L'addio dell'ex viceministro dell'Economia (governo Letta) lo ha comunicato pochi minuti fa il quotidiano La Stampa, mettendo fine a quella che rischiava di diventare la telenovela del giorno. 

«Me ne vado, lascio il Pd. Lo faccio perché sostanzialmente le politiche del governo non rappresentano il mandato che gli elettori ci hanno dato», ha detto il deputato, spiegando che la sfida ora è mettere insieme «anche altri che lasceranno il partito e che sono stati meno sotto i riflettori di me, ma con i quali condividiamo la stessa passione politica e gli stessi obiettivi di sinistra».

È chiaro che lo sguardo di Fassina è rivolto al movimento “Possibile” di Pippo Civati, ma anche a quanti, nelle ultime settimane, hanno sofferto il distacco tra un partito nel quale avevano militato per anni e che con l’avvento di Renzi si sono sentiti tagliati fuori.

Tra questi probabilmente c’è anche l’ex numero uno della Cgil Sergio Cofferati, e diversi altri esponenti ex Ds.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]