Fassina lascia, Mineo: "Potrei lasciare il gruppo anche io. Scuola, a settembre sarà un inferno"

24 giugno 2015, Adriano Scianca
Fassina lascia, Mineo: 'Potrei lasciare il gruppo anche io. Scuola, a settembre sarà un inferno'
Stefano Fassina lascia il Pd, Corradino Mineo è a un passo dal farlo. Il senatore della minoranza dem spiega: “ È una viltà, da parte del governo, aver fatto il blitz sulla scuola in estate per non essere contestato. Ma a settembre sarà un inferno”. E sul suo futuro nel partito spiega a IntelligoNews: “Non ho la tessera, non voterò la fiducia e se ci sarà possibilità di fare politica fuori dal gruppo parlamentare del Pd me ne andrò”. 

Mineo, Fassina lascia il Pd. Che effetto le fa? 

«Si sapeva da settimane, ma la rappresentazione data dai giornali di quanto sta accadendo nel Pd è falsa. Non ci sono dei ribelli che, essendo stati sconfitti, se ne vanno dal partito. C'è invece la questione della scuola su cui i renziani non possono fare un'assemblea che è una, con nessuno, perché altrimenti verrebbero contestati da tutti. E ci sono persone che non possono più fare politica nella società con questo partito proprio a causa di questo tipo di scelte». 

Secondo Fassina molti altri sono pronti a seguire le sue orme. Le risulta? 

«Ma è sicuro! Bisogna capire che questa deprecata minoranza sulla scuola rappresenta l'80% del totale. Ed è una stima prudente. È una viltà, da parte del governo, aver fatto questo blitz in estate». 

E lei? Anche lei sta per lasciare il Pd? 

«Premetto che io la tessera del Pd l'ho presa solo nel 2013 per poter sostenere Civati. Non l'ho rinnovata nel 2014 e nel 2015. Di certo non voterò la fiducia sulla scuola. E se ci sarà possibilità di fare politica fuori dal gruppo parlamentare del Pd me ne andrò anche dal gruppo. E guardi che non sono posizioni isolate, molti pensano la stessa cosa, solo che non hanno il coraggio che ha Fassina di dire certe cose con quella franchezza». 

In ogni caso nel Pd tira un'aria sempre più brutta: se al terremoto Fassina aggiungiamo i casi De Luca e Marino... 

«De Luca, Marino, è tanti altri, del resto. La verità è che il governo è in gravissima difficoltà. Il dl scuola fatto passare a scuole chiuse per non essere contestati serve a far finta di avere ancora un profilo decisionista. Ma a settembre sarà l'inferno. È stata davvero una scelta sciagurata».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]