Catania choc, medico in manette: costringeva la giovane moglie a prostituirsi

24 giugno 2016 ore 9:13, Andrea Barcariol
E' finito in manette con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione. Un medico di 70 anni di Calatabiano, in provincia di Catania avrebbe costretto la giovane moglie rumena a prostituirsi con dei clienti facoltosi, minacciandola e non risparmiando violenze. Le indagini sarebbero partite già dall'agosto scorso quando la donna stava per suicidarsi, atto evitato dall'intervento dei carabinieri che l'avrebbero fatta desistere dal tragico gesto. Proprio con gli uomini dell’Arma è riuscita a confidarsi e raccontare la storia, fornendo elementi di riscontro agli inquirenti, quali i recapiti telefonici degli uomini che era costretta ad incontrare. Secondo la testimonianza della donna, spesso era proprio il marito ad accompagnarla ad incontri con facoltosi professionisti e se la donna mostrava segni di opposizione, l’uomo la picchiava. Per diversi anni la donna, 34 anni e due figli, è stata costretta a sopportare continue violenze, anche di natura sessuale, e minacce con armi da fuoco.

Catania choc, medico in manette: costringeva la giovane moglie a prostituirsi
La donna, dopo la denuncia per evitare eventuali ritorsioni, si è trasferita nel Nord Italia nel paese della madre, con la quale non aveva più rapporti da anni, proprio a causa di uno dei tanti divieti imposti dal marito. Nell'arresto del 70enne i militari hanno provveduto al sequestro delle armi da fuoco illegalmente detenute.  L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto al regime dei domiciliari.
Una tragica storia che ricorda quella emersa lo scorso anno in Francia dove un uomo di 54 anni ha costretto la moglie ad avere rapporti sessuali con oltre 2700 uomini nel loro appartamento a Meaux, a Nord di Parigi, intascando poco meno di 7000 euro al mese. Anche per lui, ovviamente, l'accusa di sfruttamento della prostituzione.




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]