Brexit, Fusaro: "Dagli inglesi lezione magistrale ai popoli europei. Ora esiste una via da seguire"

24 giugno 2016 ore 10:44, Marta Moriconi
Da Cameron a Farage, dal fallimento dell'Ue alla Brexit e quella sensazione che il castello eurocratico sia solo all'inizio del crollo. Parla Diego Fusaro, filosofo e scrittore, che commenta a 360 gradi l'uscita del Regno Unito dall'Ue.

Brexit è la dignità di un popolo? Cambierà l'Europa e si tornerà a quella di De Gaulle secondo il nostro giornale con un'editoriale del direttore. Lei cosa pensa? 

"Il Brexit che accolgo con grande felicità e stupore, è la prova che esiste la dignità dei popoli. E che gli inglesi hanno dato una lezione magistrale ai popoli europei che esiste una via da seguire in futuro. Gli inglesi hanno una grandiosa storia, hanno una forte identità nazionale. Se uno considera il passato inglese sa bene quanto, anche in ragione della loro insularità, abbiano un'identità forte e un orgoglio nazionale preciso, che si è anche espresso in forme radicali e da condannare come il colonialismo, ma che ora si sta esprimendo in forma democratica e oppositiva rispetto alle forme dittatoriali dell'odierna Unione Europea".

Brexit, Fusaro: 'Dagli inglesi lezione magistrale ai popoli europei. Ora esiste una via da seguire'
Quali reazioni ora? Ci sarà l'effetto domino? 

"Le reazioni dell'Europa saranno di condanna totale da parte dello estabilishement e del pensiero unico eurocratico dominante. Da quelli che io chiamo gli euronomani del "ci vuole più Europa a ogni costo". Concretamente l'effetto auspicabile sarà l'effetto domino, crolleranno le caselle di questo edificio che è sempre più simile a una prigione che si chiama Ue, che è una negazione dell'idea vera di Europa, della democrazia e della libertà dei popoli che ci abitano. Ben venga quindi questo futuro e lunga vita agli inglesi".

La democrazia dei popoli ancora esiste allora? Ed è segno che la monarchia ha un senso ancora oggi allora? 

"La democrazia dei popoli ancora esiste ma non la metterei in relazione tanto con la Monarchia inglese quanto piuttosto con il fatto che oggi, come già provò Tsipras fallendo, la democrazia si declina nel senso degli Stati sovrani nazionali democratici che resistono allo svuotamento di democrazia e libertà operata da entità sovranazionali come la Banca Centrale e l'Unione Europea. Democrazia oggi significa opposizione rispetto allo svuotamento di sovranità nazionale democratica operata dai poteri forti europei. Ue non fa rima con democrazia, Stato sovrano nazionale oggi sì. Ed è l'unico modo per porre in essere un dominio politico politico sull'economia sovranamente determinato dal popolo". 

Cosa si aspetta ora? 

"Mi aspetto l'effetto domino. Un riscatto dei popoli europei e che crolli il grande dogma che è impossibile uscire dalla Ue. Basta volerlo e ce lo hanno insegnato gli inglesi. Basta far prevalere la volontà sui ciechi meccanismi del sistema eurocratico. Come diceva il nostro Tommaso Campanella: "L'uomo può fare ciò che crede di poter fare".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]