Accaldati e tassati. Ora i condizionatori ci costeranno di più

24 luglio 2015, Luca Lippi
Accaldati e tassati. Ora i condizionatori ci costeranno di più
Ci mancava l'allarme su una presunta tassa per chi possiede condizionatori. In realtà, si parla di revisione e vi spieghiamo subito come funzionerà. 

Già dallo scorso inverno, secondo una direttiva Ue, esistono regole sui condizionatori che superano i 12 chilowatt. Le macchine devono essere sottoposte a una revisione con cadenza periodica per questioni di tutela ambientale.

Non è previsto alcun controllo per gli impianti di potenza inferiore

Le note dolenti arrivano, dunque, per chi ha impianti potenti. Sarà obbligatorio tenere un libretto di aggiornamento e manutenzione d’impianto (che è una certificazione da aggiornare periodicamente). 

Sul libretto si dovranno annotare tutte le revisioni, e la prima ha il costo fisso di 200 euro, per le successive revisioni ci si può rivolgere a un tecnico di fiducia.

In sintesi non è una tassa ma un obbligo di manutenzione esattamente come previsto per le caldaie a gas. E per onestà intellettuale, non si può neanche addebitare al governo Renzi la responsabilità del provvedimento poiché si tratta di una direttiva UE. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]