Ferrari in pole in Borsa: direzione Olanda?

24 luglio 2015, Luca Lippi
Ferrari in pole in Borsa: direzione Olanda?
E’ tutto pronto per la Ipo (offerta pubblica iniziale) di Ferrari Fiat Chrysler (codice titolo NL0010877643). L’annuncio è di oggi anche se la notizia corre da mesi.

Dal comunicato si legge che “Il numero di azioni ordinarie oggetto dell’offerta ed il range di prezzo dell’offerta non sono ancora stati determinati, fermo restando che si prevede che l’oggetto dell’offerta non ecceda il 10% delle azioni ordinarie”. Sul mercato, dunque, andrà in vendita solamente il 10% di Ferrari anche se Marchionne ha affermato che il 10% è troppo poco per le richieste del mercato stesso.

Contestualmente alla partenza della Ipo è in programma la richiesta di ammissione alla quotazione sul Nyse, il tutto previsto per il prossimo autunno in concomitanza con i festeggiamenti per la fusione Fiat-Chrysler.

Come leggere questa notizia in termini di soddisfazione patriottica? Non c’è niente da leggere, è solo un’operazione finanziaria in stile Marchionne Elkann dove l’orgoglio italico si perde nelle immagini di repertorio di qualche cineteca.

La quotazione avverrà per scissione, quindi Fca si sbarazza lentamente di Ferrari privilegiando gli azionisti e quindi assegnando loro direttamente le azioni detenute dalla stessa Fca. 

Il controllo diretto passerà dunque nelle mani della Exor, capogruppo della famiglia Agnelli-Elkann con sede legale e fiscale in Olanda.

Exor è destinata ad uscire definitivamente (nel tempo) da Fca poiché le sue mire sono ora rivolte ad un altro importante gruppo costruttore nel quale entrerebbe in società. 

Ferrari diventerà dunque il gioiello di Famiglia, che pur mantenendo le maestranze in Italia nei fatti è destinata a diventare una società Olandese a tutti gli effetti?

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]