Renzi ai due "protagonisti" Marino e Crocetta: “Basta con telenovelas”

24 luglio 2015, Marta Moriconi
Il premier Matteo Renzi dice “basta con la telenovela continua”. 

Il messaggio è diretto al sindaco di Roma Ignazio Marino e al Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta.

L'occasione al premier la offre il Tg5 con un'intervista che gli apre le porte della polemica: "Si occupino delle cose concrete - ha dichiarato Renzi - dei problemi della gente, mettano a posto le loro città, sistemino la sanità. Se sono in grado di governare governino, vadano avanti, altrimenti vadano a casa".

Renzi ai due 'protagonisti' Marino e Crocetta: “Basta con telenovelas”
Certo non deve aver aiutato, l'ultimo caso di "mala amministrazione romana" che ha visto un vagone della metro B viaggiare a porte aperte per un guasto tecnico. E questo a pochi mesi dal Giubileo straordinario che avrà inizio a Roma fra qualche mese.

Scandalo che si aggiunge, questo chiaro, alle inchieste su Mafia Capitale che hanno travolto l’amministrazione capitolina e il Pd romano oltre che il centrodestra. 

Poi c'è quell'articolo del New York Times che ha messo in ridicolo la Capitale presentando a tutti i lettori il degrado e il caos.

Certo, anche se Marino viene presentato come uomo onesto, bene che vada, è impotente di fronte al declino di una città che doveva essere eterna... 

Eppure né Marino, né Crocetta che ieri è stato ospite della trasmissione In Onda, mollano i rispettivi incarichi. 

E la virtuale risposta a Renzi arriva su Repubblica in un'intervista del sindaco a Mauro Favale: "Ho interrotto ormai da molti mesi i meccanismi di trasmissione diretta del denaro, quello che ha portato all'infiltrazione di Mafia capitale fino ai vertici dell'amministrazione ai tempi di Alemanno. Di questo mi sento responsabile: di aver premuto reset, di aver interrotto il metodo che avvantaggiava i criminali". 

Insomma Marino è al lavoro e Renzi se ne faccia una ragione, sta valutando già le prossime mosse: "Voglio attendere le valutazioni di un servitore rigoroso dello stato come il ministro Alfano. Dopo ci sarà l'annuncio: indicheremo le nostre priorità per i prossimi mesi, un programma di 'mid term' che avrà al centro trasporti e pulizia. Saranno il nostro mantra quotidiano".

Ma il fiato sul collo, non gli renderà la vita facile...
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]