Zafferana Etnea, spara a ex amante della moglie (figlio in comune) dopo lite furiosa

24 maggio 2016 ore 12:24, Americo Mascarucci
C’è un intrigo passionale dietro l’omicidio a Zafferana Etnea che è costato la vita ad un uomo, Alfio Cristaldi di 43 anni. Una storia di sesso, passione, tradimenti e un figlio conteso. 
Ma andiamo per ordine. 
Una donna ha una relazione extraconiugale con un uomo dal quale ha anche un figlio di tre anni. Poi però la donna ad un certo punto ha deciso di troncare la relazione e di tornare con il marito che la riaccoglie in casa con il figlioletto. 
L’amante però non si rassegna alla fine della relazione e soprattutto chiede con insistenza di poter vedere il figlio. Ne nascono ripetuti litigi fra i due e fra l'ex amante e il marito della donna. Pare che ieri la situazione sia degenerata. 

Al culmine dell’ultimo diverbio il marito della donna, mentre lei litigava con l’ex amante, avrebbe imbracciato il fucile da caccia e premuto il grilletto due volte, uccidendo l'uomo. Le fucilate lo hanno colpito alla schiena e alla nuca. 
Zafferana Etnea, spara a ex amante della moglie (figlio in comune) dopo lite furiosa
Quando sono arrivati i Carabinieri avvertiti dalla moglie hanno trovato l’uomo sotto choc visibilmente provato per un gesto che lucidamente non avrebbe mai commesso. Pare avesse ancora il fucile fra le mani.
Ma probabilmente la situazione si era fatto troppo tesa ed era diventata insostenibile. Quelle continue liti, l’insistenza della vittima a riprendere la relazione con la moglie, l’ostinazione a voler vedere il bambino nonostante il tribunale avesse stabilito tempi e modi, devono aver fatto perdere completamente all'uomo la lucidità spingendolo a prendere in mano quel fucile. Forse avrebbe voluto soltanto spaventarlo, convincerlo ad andar via ma alla fine la situazione è precipitata e sono partiti i colpi mortali. 
 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]