Adele sempre prima e il contratto è "da paura": 90 milioni di sterline dalla Sony

24 maggio 2016 ore 23:59, Adriano Scianca
Ci sono voci e voci. Quelle che durano un'estate oppure quelle che ci accompagnano per qualche stagione. Poche, però, sono le voci che canteranno per una vita, corde in grado di varcare confini nazionali e continentali

La voce di Adele fa parte sicuramente di quest'ultima categoria e sono (anche) i numeri a darle ragione. Ha esordito meno di dieci anni fa, nel 2008, con l'album "19". Ma il successo (nonostante fosse già stata prima in classifica con il precedente album in Inghilterra e Olanda) è arrivato due anni dopo con "21". Roba da capogiro se è vero che già nel 2011 la rivista statunitense Billboard l'ha premiata con il titolo di Artista migliore dell'anno, mentre la rivista statunitense TIME ha elogiato Adele come una delle donne più influenti del mondo. Alla cerimonia dei Premi Oscar 2013 si è aggiudicata la statuetta per la migliore canzone con Skyfall. Per i successi ottenuti in carriera, nello stesso anno è stata insignita dell'onorificenza di Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico. A soli venticinque anni. 
Di recente, il 25 novembre 2015, grazie alla pubblicazione del terzo album "25", Adele è divenuta la prima artista a vendere oltre tre milioni di copie in una settimana nei soli Stati Uniti d'America. Al momento nel mondo ha superato la vendita di 50 milioni di singoli e punta a raggiungere la stessa cifra anche per quanto riguarda gli album.

Adele sempre prima e il contratto è 'da paura': 90 milioni di sterline dalla Sony
La notizia che arriva oggi dunque sorprende fino a un certo punto. Non nel merito, perché una simile cifra fa girare la testa a tutti (e crea leciti interrogativi), ma in quanto attesa. Adele sarebbe in procinto di firmare un contratto con la Sony Music per 90 milioni di sterline, cifra che la porterebbe ad essere l'artista più pagata di sempre del Regno Unito. A rivelare la notizia è il 'Sun', che cita una fonte all'interno del colosso musicale: Se Adele dovesse firmare il contratto scalzerebbe in testa alla classifica degli artisti britannici più pagati Robbie Williams che nel 2002 ha ricevuto dall'etichetta Emi 80 milioni di sterline, mentre l'anno prima Whitney Houston si fermò a 70 milioni. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]