Istat: più 1% fatturato industria di gennaio. Ma quanto è magazzino?

24 marzo 2016 ore 13:49, Luca Lippi
Ecco i dati Istat sul fatturato dell’industria relativo al mese di Gennaio. L'Istat ha comunicato che a gennaio il fatturato dell'industria, al netto della stagionalità, ha mostrato un incremento dell'1% rispetto a dicembre 2015, con variazioni positive sia sul mercato interno (+1,2%) sia su quello estero (+0,4%). Nella nota l'istituto di statistica ha precisato che "corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 19 contro i 20 di gennaio 2015), il fatturato totale ha evidenziato un calo tendenziale dello 0,3%, sintesi di una flessione dello 0,6% sul mercato interno e un incremento dello 0,3% su quello estero".
Per gli ordinativi all'industria totali, è stato registrato un incremento congiunturale dello 0,7% dal -2,8% della passata rilevazione, con variazioni positive per gli ordinativi interni (+0,6%) e per quelli esteri (+0,8%). Nel confronto con il mese di gennaio 2015, l'indice grezzo degli ordinativi ha segnato un aumento dello 0,1%.

Istat: più 1% fatturato industria di gennaio. Ma quanto è magazzino?
Per correttezza e per cronaca, ricordiamo che per il mese di gennaio sempre l’Istat  ha segnalato il calo dello 0,7% a gennaio rispetto al mese precedente dei prezzi alla produzione per l’industria italiana. Diminuiscono invece dello 0,8% rispetto a dicembre e del 3% su base tendenziale i prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno, mentre al netto del comparto energetico si registra una variazione congiunturale nulla e un calo dello 0,8% su base tendenziale. Quindi il fatturato sale perché sono scesi i prezzi, e se vogliamo far salire ulteriormente il fatturato bisogna far scendere ulteriormente i prezzi, e questo ha un nome, “deflazione”. In ultimo ricordiamo che fatturare e incassare sono due cose diverse. Quindi se il dato non è negativo non può essere neanche indicativo di qualcosa, di sicuro non un segnale di incoraggiamento come vorrebbe far credere l’Istat. Oltretutto diverse aziende stanno provando a ricostruire magazzino e scorte, vediamo gli incassi delle RiBa a giugno se daranno un senso a questa fatturazione.
Nel dettaglio:  gli ordini peggiorano sul dato annuale ma sono positivi nella variazione mensile. Dopo il calo del -2.8% di dicembre, gli ordini industriali nel mese aumentano dello 0.7%, mentre anno su anno l’indicatore mostra una crescita solo dello 0.1%, contro il precedente +1.5%.
L’aumento più rilevante per il fatturato industriale è segnalato nel settore della fabbricazione di mezzi di trasporto (+13,9%). Il dato peggiore riguarda invece la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-11,2%).
Sul fronte degli ordini, il rialzo dello 0.7% è una media del miglioramento degli ordinativi interni (+0,6%) e di quelli esteri (+0,8%).
Il segnale più incoraggiante arriva dalla fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali (+24,6%).
Il calo peggiore riguarda la metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-6,4%).

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]