Downing Street il prossimo obiettivo dell’isis: jihadisti “vogliono” Londra

24 marzo 2016 ore 14:34, Luca Lippi
Comincia la girandola delle minacce, e questa di cui scriviamo è solo l’ennesima. I terroristi sparsi per l’Europa sedicenti jihadisti dell’Isis avrebbero indicato la Gran Bretagna come prossimo obiettivo; un video infatti sarebbe stato messo in rete da alcuni presunti terroristi che a volto coperto hanno inneggiato a quanto accaduto nella capitale belga promettendo che la prossima città ad essere colpita sarà Londra.

Downing Street il prossimo obiettivo dell’isis: jihadisti “vogliono” Londra
In un video fatto recapitare o entrato in possesso del Daily Mail si vedono alcuni uomini col volto coperto affermare che i prossimi obiettivi degli attentati saranno Downing Street e gli aeroporti di Gatwick e Heathrow a Londra, così come è accaduto per l’aeroporto internazionale di Zaventem martedì. Nell’audio del video la voce che pronuncia la minaccia  avrebbe un forte accento britannico e il video è uno dei tanti video di propaganda.
Il ministro della Difesa britannico Michael Fallon, in risposta alle minacce, ha risposto che verranno impiegati migliaia di militari per contrastare la minaccia terroristica nel caso in cui si dovesse individuare un pericolo serio per la sicurezza della Gran Bretagna.
Intanto, l’Associated Press avrebbe appreso da fonti della sicurezza europee ed irachene che l’Isis ha addestrato e inviato in Europa centinaia di combattenti per attacchi nel Continente.
Sono cellule interconnesse come quelle di Parigi e Bruxelles con l’ordine di scegliere i luoghi, i tempi e i metodi di attacco. Sempre l’Ap rivela che sarebbero sparsi tra Germania, Gran Bretagna, Italia, Danimarca e Svezia gli elementi della cellula dell’Isis che ha “compiuto gli attacchi di Parigi”, che fa parte dell’esercito di 400 jihadisti che lo Stato islamico ha inviato in Europa per compiere attacchi.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]