Per le persone autistiche volare sarà più facile. Al via da Bari la sperimentazione dell'Enac

24 novembre 2015 ore 7:22, Andrea Barcariol
Per le persone autistiche volare sarà più facile. Al via da Bari la sperimentazione dell'Enac
Nel famoso film Rain Man, c'era una scena in cui Dustin Hoffman, affetto da autismo, si rifiutava di prendere l'aereo perché troppo pericoloso, scatenando le ire del fratello Tom Cruise, costretto a un lungo viaggio in macchina.
Ora viaggiare in aereo per le persone autistiche e i loro accompagnatori sarà più molto più semplice grazie al progetto "Autismo - In viaggio attraverso l'aeroporto", realizzato dall'Enac (Ente nazionale per l'aviazione civile) e in collaborazione con Aeroporti di Puglia (la prima sperimentazione sarà a Bari) e con Assaeroporti che ha coinvolto anche la Fondazione Italiana per l'Autismo Onlus e la Federazione Fantasia Onlus.

"L'Italia è il secondo Paese europeo, dopo l'Irlanda, a realizzare un progetto di questo tipo che vuole contribuire a rendere più sereno il viaggio aereo alle persone autistiche e ai loro accompagnatori - ha sottolineato il direttore generale dell'Enac Alessio Quaranta che nella capitale ha presentato l'iniziativa - Attraverso gli strumenti offerti ci auguriamo di riuscire a rendere amichevole l'incontro tra il mondo aeroportuale nella sua complessità e le persone affette da questa patologia, garantendo anche a loro il diritto alla mobilità". Quaranta ha spiegato come si tratti solo del primo passo di un progetto più ampio: "Dobbiamo lavorare perché tutti i cittadini siano garantiti, siamo i secondi in Europa dopo l'Irlanda a fare una cosa simile per ora è un progetto sperimentale ma se dovesse avere successo, come speriamo, sarà esteso a tutti gli aeroporti". "Non è mio costume parlare di cose che mi riguardano personalmente - ha concluso il direttore generale - ma questa è la dimostrazione migliore per coniugare la responsabilità istituzionali con le difficoltà personali".

Per le persone autistiche volare sarà più facile. Al via da Bari la sperimentazione dell'Enac

Una brochure dedicata a chi dovrà organizzare il viaggio e accompagnerà la persona autistica (disponibile anche online sui siti dell'Enac, di Assaeroporti e di Aeroporti di Puglia); la possibilità di programmare in anticipo una visita guidata per familiarizzare con la struttura aeroportuale; una sezione dedicata sul sito della società di gestione per raccontare attraverso testi, immagini e contributi sonori tutte le tappe del viaggio (arrivo in aeroporto, registrazione ai banchi check in, controlli di sicurezza, ecc.), questi gli elementi per facilitare il viaggio alle persone autistiche e ai loro accompagnatori.

A dare il via alla sperimentazione sarà lo scalo di Bari. "Abbiamo accolto con grande spirito di collaborazione la sollecitazione di Enac a contribuire concretamente alla realizzazione di questo progetto, in linea con l'attenzione ai temi sociali che caratterizza la nostra società  -  ha spiegato il direttore generale di AdP Marco Franchini. L'auspicio è che l'iniziativa possa estendersi al maggior numero di scali italiani. - Assaeroporti interesserà tutti gli associati che, siamo certi, manifesteranno la loro consueta attenzione alle tematiche sociali e alla qualità del servizio offerto al passeggero". - ha assicurato il segretario generale dell'associazione Maria Teresa Bocchetti.







caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]