Giallo a Stromboli, ultraleggero scompare dai radar e precipita: morti padre e figlio

24 novembre 2015 ore 11:19, intelligo
Giallo a Stromboli, ultraleggero scompare dai radar e precipita: morti padre e figlio
Precipitati in mare. Sono morti così padre e figlio. La tragedia è accaduta a nord di Stromboli: un cinquantunenne e il figlio di ventisei anni viaggiavano a bordo di un aereo ultraleggero ma poco dopo le 17.30 se ne sono perse le tracce. Il velivolo – hanno poi ricostruito gli inquirenti che stanno indagando sul caso – è precipitato in un tratto di mare a nord di Stromboli. I due corpi senza vita di padre e figlio sono stati recuperati da alcune motovedette della Guardia costiera, intervenute per i soccorsi. I corpi sono stati avvistati e poi recuperati nella notte nel tratto di mare compreso tra le isole di Stromboli e Lipari; il primo intorno alle 3,30 mentre l’altro cadavere è stato individuato all’alba. Adesso sono stati trasferiti a Milazzo, in Sicilia. Secondo una prima ricostruzione degli esperti impegnati nell’accertamento della dinamica e delle cause dell’incidente, il velivolo sarebbe scomparso dai radar mentre sorvolava l’arcipelago delle Eolie. 

A lanciare l’allarme era stato il Comando generale delle Capitanerie di Porto di Roma che aveva ricevuto un segnale di emergenza. Le operazioni di ricerca sono state coordinate dalla Direzione marittima di Catania e nell’area dell’incidente è intervenuta anche una motovedetta dei carabinieri.  L’aereo ultraleggero era decollato da Gela ed era diretto a Foggia, in Puglia. Nelle ricerche del velivolo precipitato, è stato impegnato anche un traghetto che era partito da Lipari e che avrebbe dovuto raggiungere Napoli. 

I PRECEDENTI. Il 19 ottobre scorso a Megliadino San Fidenzo, un aereo ultraleggero condotto da tenente colonnello dell’Esercito è precipitato in un campo dopo un problema pare meccanico. Il pilota è riuscito a gestire la situazione evitando così che il velivolo potesse abbattersi sui centri abitati della zona e a mettersi in salvo. Per lui ferite non gravi. Un altro incidente aereo è accaduto in Friuli il 20 settembre scorso, esattamente a San Mauro a Premariacco, in provincia di Udine. In quel caso, si trattò di un  grave incidente: due friulani stavano sorvolando un ristorante sukl quale avrebbero dovuto sganciare petali di fiori per festeggiare il compleanno della nipotina di uno due uomini. Ma l’aereo in fase di atterraggio è andato in stallo e poi è precipitato. I due uomini riportarono ferite gravi ma fortunatamente non mortali. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]