Manovra travagliata: Sì a norma de Luca, No ad Airbnb

24 novembre 2016 ore 12:11, Luca Lippi
Notte frenetica nella quale si sono sciolti più di un nodo riguardo la manovra 2017; due sono gli argomenti che maggiormente catalizzano l’attenzione, oltre alimentare le polemiche, in ordine di importanza la cosiddetta ‘norma de Luca’ e l’altro lo stop alla norma Airbnb.

‘Norma de luca’
La Commissione Bilancio della Camera ha approvato l'emendamento che consente ai presidenti di Regione di diventare anche commissari per la sanità. 
Si tratta quindi del via libera alla cosiddetta 'norma De Luca', nonostante le ripetute proteste delle opposizioni che avevano chiesto anche il voto nominale. 
Il relatore ha riformulato gli emendamenti Tartaglione (Pd) e Rabino (Ala), prevedendo che ci siano verifiche ogni 6 mesi da parte del tavolo di monitoraggio dei piani di rientro e del comitato Lea.
Una soluzione che per le opposizioni, come spiega Rocco Palese, peggiora addirittura la norma perché "si torna all'automatismo del governatore-commissario previsto dalle norme Tremonti" mentre la possibilità di scegliere un tecnico arriva solo in seconda battuta, se le verifiche dovessero non essere positive.
Più nel dettaglio, secondo quanto riporta Ansa, la battaglia sull'emendamento ribattezzato dalle opposizioni 'norma de Luca' ha occupato tutta la prima parte della seduta notturna della commissione Bilancio, che ha avviato una vera e propria maratona per chiudere l'esame delle proposte di modifica entro la notte, e consentire di preparare il nuovo testo della legge di Bilancio per venerdì, quando si affronterà il passaggio in Aula. Nonostante le aspre critiche delle opposizioni, Sinistra italiana e Movimento 5 stelle in testa, il Pd ha ritoccato e messo in votazione la norma, seppure con qualche mal di pancia dietro le quinte tra le fila degli stessi dem - espresse anche in accese riunioni tra maggioranza e governo, come viene riferito - e due voci 'fuori dal coro' (quella di Bruno Tabacci, che si è astenuto, e di Giovanni Monchiero, oggi di Civici e Innovatori, eletto con Monti dopo essere stato per anni direttore di azienda sanitaria e anche della federazione nazionale Fnomceo). 
Un voto contestato dai 5 Stelle che in punta di regolamento avevano chiesto l'appello nominale per una votazione che si è conclusa 18 a 12 e un astenuto.

Manovra travagliata: Sì a norma de Luca, No ad Airbnb

Norma ‘Airbnb’
Già domenica, l’aria sulla norma era quella che ha poi determinato lo stop definitivo di stanotte. In commissione Bilancio il governo aveva confermato la contrarietà a un intervento in materia preferendo, come spiegava il viceministro all'Economia Enrico Morando, "difendere la legislazione vigente così com'è". 
Tuttavia, su pressing delle opposizioni, che hanno presentato emendamenti analoghi a quello presentato e poi ritirato dalla dem Silvia Fregolent (che aveva presentato anche la proposta promossa dalla commissione Finanze) il relatore, Mauro Guerra, ha proposto di accantonare il tema perché "può essere utile acquisire ulteriori elementi di riflessione" in particolare sugli attuali incassi per l'erario, sulle stime dell'evasione e sull'impatto sull'imposizione degli enti locali. 
Il presidente della commissione, Francesco Boccia, aveva sottolineato anche il tema sicurezza legato al sommerso, visto che si tratta di immobili in cui "entrano ed escono persone" senza essere segnalate, come accade per le strutture ricettive tradizionali. 
Il primo stop era arrivato proprio dal premier, Matteo Renzi, che aveva respinto la misura sostenendo che la manovra non conterrà alcun aumento di tasse. 
Già al momento del voto in Commissione Bilancio, il viceministro dell'Economia, Enrico Morando, ha espresso orientamento negativo sottolineando che "non accettare questa proposta emendativa non significa affermare che non esiste legislazione vigente sulla tassazione di questi redditi da attività di affitto".
La conclusione è che si è eseguito ‘l’ordine di scuderia’ di non inserire in alcun modo nuove tasse e quindi la norma è stata definitivamente cassata (oppure semplicemente congelata). Al momento non ne resta traccia se non nei verbali della Commissione bilancio. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]