Utero in affitto, Associazione ProVita onlus: "Basta con la tolleranza"

24 novembre 2016 ore 19:44, intelligo
Prosegue la battaglia dell'Associazione ProVita onlus contro il reato di utero in affitto. Per dare un segnale concreto contro questa pratica, oggi è stata organizzata una conferenza stampa al Senato (sala Nassirya). Il presidente, Toni Brandi, ha rilevato che "il tentativo di creare un fronte trasversale contro la barbara pratica dell'utero in affitto è fallito. Solo i Senatori dell'opposizione si sono rivelati concretamente disposti a agire per salvaguardare i diritti fondamentali delle donne e dei bambini". "Del resto, prosegue Brandi,  anche al Consiglio Provinciale di Trento il PD e i 5 Stelle hanno bocciato una proposta di risoluzione contro l'utero in affitto perché parlava del diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà". La senatrice Rizzotti si è detta "disgustata dal fatto che un suo collega festeggi la nascita della seconda figlia con tracotanza e arroganza", considerando che un  Senatore della Repubblica dovrebbe non dare l'esempio di come si viola la legge penale italiana.

Utero in affitto, Associazione ProVita onlus: 'Basta con la tolleranza'
Il senatore  Giovanardi ha illustrato i "sette miserabili imbrogli del Governo italiano" perpetrati in occasione dell'approvazione della legge Cirinnà:
"In tutta Europa e in tutto il mondo si leva la condanna dell'ignominia dell'utero in affitto solo a parole". Nei fatti la cosa è ipocritamente non solo tollerata, ma promossa. Il senatore Malan ha illustrato due azioni concrete intraprese dall'Opposizione.
Innanzi tutto un'interrogazione al Ministro della Giustizia, in secondo luogo un disegno di legge, che verrà presto presentato, specifica in modo chiaro e inequivocabile il divieto di adozione da parte di coppie omosessuali (anche nella forma della stepchild adoption), il divieto di iscrizione all'anagrafe di "genitori" dello stesso sesso, l'estensione delle pene già previste dal codice penale per la tratta, la riduzione in schiavitù, lo sfruttamento sessuale di donne e bambini a chi pratica promuove o favorisce l'utero in affitto e il commercio dei gameti, nonché la perseguibilità di chi abbia compiuto tali fatti all'estero, ma poi venga a risiedere in Italia.

 


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]