Malattie reumatiche: incubo per 5 milioni di italiani. Le donne le più colpite

24 novembre 2016 ore 21:00, Andrea Barcariol
Le malattie reumatiche spesso sono sottovalutate ma hanno un impatto determinate sulla vita dei pazienti. E' uno dei tanti dati che emerge dal 53esimo congresso nazionale della Società italiana di reumatologia-Sir, che si tiene in questi giorni a Rimini. Tra gli obiettivi illustrati dal presidente eletto Mauro Galeazzi ci sono la realizzazione di una rete reumatologica in tutta Italia e un registro delle donne in gravidanza con malattie reumatiche. In Italia soffrono di reumatismi oltre 5 milioni di persone di ogni età e la spesa per la perdità di produttività è di circa tre miliardi di euro. Il totale dei costi indiretti è circa due terzi del totale, con un costo annuo medio per paziente di 8.000 euro e tra i colpiti c’è una netta preponderanza di donne: il 70%. Non solo. Per 2 su 5, il 40%, queste patologie influenzano il desiderio di maternità e la programmazione familiare, secondo una ricerca presentata a Rimini.

Malattie reumatiche: incubo per 5 milioni di italiani. Le donne le più colpite
Lo studio multicentrico è stato condotto su 398 donne con malattie reumatiche in età fertile (18-45 anni), in 24 centri distribuiti su tutto il territorio nazionale, ha indagato il livello di conoscenza e counselling rispetto alle tematiche di Salute femminile più importanti come la contraccezione, la programmazione di una maternità, la gravidanza e l’allattamento. Circa il 40% delle pazienti ha dichiarato che la malattia reumatica ne ha influenzato il desiderio di maternità. I risultati hanno inoltre evidenziato un gap informativo da colmare. “Al 31%-34% delle donne, a seconda della patologia reumatica – sottolinea Angela Tincani, Unità operativa Reumatologia e Immunologia, Spedali Civili di Brescia, che sarà coordinatrice di un gruppo sulla medicina di genere in fase di costituzione al summit Sir – in fase di diagnosi e cura non è mai stato chiesto se progettassero di mettere su una famiglia. Questo dato è fondamentale perché ci spiega come nel rapporto con il medico ci sia ancora molto da fare, a partire dalla condivisione di informazioni fondamentali che tutti noi dovremmo affrontare fin dal momento in cui formuliamo la diagnosi di malattia reumatica a una donna in età fertile”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]