E la Chiesa si "spacca" anche su Medjugorje: vescovo vieta incontri di preghiera e Brosio risponde

24 ottobre 2014 ore 12:19, Marta Moriconi
E la Chiesa si 'spacca' anche su Medjugorje: vescovo vieta incontri di preghiera e Brosio risponde
Ieri, 23 ottobre, l'AdnKronos ha battuto così la notizia:  vescovo vieta incontri di preghiera, apparizioni non provate.
Il vescovo in questione  è monsignor Lorenzo Loppa, vescovo di Anagni-Alatri. Un altro schiaffo di Anagni dopo quello materialmente dato (alcuni parlano di un oltraggio più morale che altro), da Sciarra Colonna al pontefice Bonifacio VIII nel 1303. E mentre questa vicenda rappresentò uno degli atti conclusivi del grave dissidio che sorse tra il papa ed il  re di Francia Filippo IV, quella di oggi è più moderna certo (non c'è il re), ma prende comunque le mosse da dissidi, in questi caso tutti interni alla Chiesa, ormai evidenziati e resi pubblici dopo l'ultimo Sinodo. Inutile negare una divergenza di opinioni scaturita proprio dalle dichiarazioni dei partecipanti stessi.
Ed ecco che appare il più papista del Papa, Loppa appunto, che avverte sulla "proibizione" per "il clero e i fedeli"  di partecipare a "incontri, conferenze o celebrazioni pubbliche nelle quali verrebbe data per scontata l'attendibilità di tali fenomeni" in una circolare inviata ai Vicari foranei e ai parroci della sua Diocesi - a quanto si legge nell'Adnkronos - chiede, in particolare, di "non partecipare" e "se fosse possibile annullare" un "incontro di preghiera", in programma a Fiuggi l'8 novembre, "con la signora Vicka Ivankovic", veggente "legata con i fenomeni di Medjugorje".
Probabilmente lui si crede in linea con Papa Francesco che, così scriveva per esempio il Fatto Quotidiano il 30 gennaio 2014, "non crede a Medjugorje. Da oltre trent’anni nel paesino della Bosnia Erzegovina apparirebbe la Madonna a sei veggenti, ma Bergoglio in maniera piuttosto esplicita ha spiegato in più occasioni il suo pensiero". Peccato che non sia proprio così la questione, e a dircelo già fu il giornalista convertito Paolo Brosio, che anzi il 3 settembre 2013 in un'intervista concessa proprio a IntelligoNews si rallegrava così per l'arrivo di Papa Francesco: "Ci fa pregare tutti, la preghiera che faremo nel mondo, varrà tanto”.
Ecco il punto: ci fa pregare tutti. E il vescovo di Anagni no?
Il vescovo ha fatto sapere che "non è consentito al clero e ai fedeli di nessuna Diocesi partecipare a incontri, conferenze o celebrazioni pubbliche" "per evitare confusione e scandalo". Monsignor Loppa ha precisato poi che "i gruppi che organizzano questo eventi agiscono in modo totalmente autonomo, senza informare l'Ordinario". E  ha concluso, ricordando ai parroci "l'obbligo di rendere pubblica la proibizione di partecipare a tali riunioni e la dissociazione da simili iniziative, che destano sconcerto nei fedeli e non manifestano la comunione con il Vescovo".
Inaccettabile per Paolo Brosio, che forte proprio della preghiera che è il fulcro della Chiesa di Dio, gli ha quindi risposto:  "Un vescovo non può vietare di pregare, di qualsiasi preghiera si tratti. Le porte della Chiesa devono essere sempre aperte a tutti quelli che voglio pregare".
E la Chiesa si 'spacca' anche su Medjugorje: vescovo vieta incontri di preghiera e Brosio risponde
E la Chiesa si 'spacca' anche su Medjugorje: vescovo vieta incontri di preghiera e Brosio risponde
Brosio - parlando all'Adnkronos - ha auspicato che "lo Spirito Santo apra il cuore di questo vescovo" che - a suo giudizio - "non può imporre restrizioni alla libertà di preghiera". Ricorda diverse occasioni "in cui 5-10mila persone si sono riunite in preghiera. E in questi casi - ha detto il giornalista - poco importa se le apparizioni di Medjugorje sono state riconosciute o meno, il frutto è la preghiera. Con tutto il rispetto per l'autonomia di pensiero di questo vescovo - conclude - non lo giudico ma chiedo a mia volta di pregare per lui. Io da domani lo farò, dedicando nel mio rosario quotidiano una preghiera".
E allora quando il Papa ha criticato “i cristiani senza Cristo: quelli che cercano cose un po’ rare, un po’ speciali, che vanno dietro a delle rivelazioni private, mentre la rivelazione si è conclusa con il Nuovo testamento”? Non ha dato un'accettata ai segreti che la Madonna avrebbe rivelato ai sei veggenti di Medjugorje, sotto osservazione di una commissione da cui lui stesso attende di conoscere l'esito delle indagini. Lo crede davvero il popolo della Gospa, anche perché la preghiera è il centro della fede per Papa Francesco (non potrebbe essere il contrario e ricordiamo tutti la veglia di pace e digiuno per la Siria), così come lo era per Papa Giovanni Paolo II che su Medjugorje disse addirittura sbilanciandosi: "E' il centro spirituale del mondo” e vent’anni fa, conversando con alcuni vescovi asiatici, aggiunse che quei messaggi della Madonna “sono la chiave per comprendere ciò che avviene e ciò che avverrà nel mondo”.
Purtroppo il pericolo di interpretazioni restrittive oltremodo deriva probabilmente da una cattiva interpretazione di quelle parole di Francesco del 14 novembre scorso nell’omelia di Santa Marta hanno lasciato spazio a interpretazioni come quelle del Vescovo di Anagni: “Ci dicono: il Signore è qua, è là è là! Ma io conosco un veggente, una veggente che riceve lettere della Madonna, messaggi della Madonna. Ma, guarda, la Madonna èmadre! E ama tutti noi. Ma non è un capo ufficio della posta, per inviare messaggi tutti i giorni”.
Ma sono parole che mettono il cuore al centro suvvia e nulla hanno a che fare con le mannaie, tanto meno nei confronti di chi dice il Rosario.
E allora la domanda è questa: ma come può la Chiesa vietare i gruppi di preghiera, anche se di Medjugorje? Fa impressione però che tutto questo avvenga proprio ora che la Chiesa appare "spaccata" dopo il Sinodo su alcuni punti ritenuti centrali. La spaccatura dall'alto non rischia di accentuare un disordine dal basso?
5milioni di pellegrini e migliaia e migliaia di convertiti attendono UNA risposta chiara. Per il bene di tutti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]