Renzi-Ue, c'hanno menato ma quante gliene abbiamo dette

24 ottobre 2014 ore 17:51, intelligo
Renzi-Ue, c'hanno menato ma quante gliene abbiamo dette
"Credo di si, si risolverà, credo ci sia spazio per un punto di intesa". Lo ha detto il presidente del consiglio, Matteo Renzi, rispondendo a proposito dell'ok della commissione Ue alla legge di stabilità dopo lo scontro avvenuto con Barroso. "Credo che il problema non si porrà - ha aggiunto - ma in generale sappiate che quando partono delle procedure in Europa non partono con uno schiocco di dita ma ci sono mesi e mesi di discussione tecniche e compromessi, tutte cose per cui non sono molto portato - ha scherzato - ma ci attrezzeremo". Nel complesso Renzi si dice soddisfatto dell'esito del vertice: "Si è fatta una lunga discussione sulle questioni economiche che va affrontata, abbiamo spiegato la nostra posizione, c'e' una difficoltà nell'economia europea che va affrontata". E ancora Renzi ha detto di non aver mai parlato di arma letale su versamenti aggiuntivi Bruxelles. Poi il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nega di aver parlato di 'arma letale' sui versamenti aggiuntivi al bilancio europeo da parte degli Stati membri. "Noi dovremmo dare 300 milioni in più -ha spiegato- e c'è una discussione in corso, ma non ho mai parlato di arma letale. Ho parlato di burocrazia e tecnocrazia". E poi al termine del vertice Ue ha detto che il governo italiano "rispetta tutti ma non si ferma davanti a nessuno" e che "si è discusso a lungo e ci siamo dati appuntamento a dicembre. Nel frattempo dobbiamo fare la nostra parte".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]