Dai veleni del Sinodo al nuovo caso Stacchio: settimana da Spectre

24 ottobre 2015, Lucia Bigozzi
Dai veleni del Sinodo al nuovo caso Stacchio: settimana da Spectre
Sette giorni di veleni, teorie complottiste, mediazioni Oltretevere. Dall’altra parte del fiume che attraversa la Capitale, irrompe la cronaca che ‘spara’ Vaprio d’Adda sui social network e sui talk tv col suo carico di dramma e di polemiche. 

SINODO. Partiamo dalla fine. Se Vladimir Luxuria nutre il timore che alla fine vinceranno i conservatori sulle aperture che pure il pontificato di Francesco aveva evidenziato sul fronte dei diritti civili e delle “nuove” famiglie, per Giulietto Chiesa, giornalista e scrittore, sarà proprio il Papa a sputarla sui veleni e le teorie complottiste che in questa settimana sono deflagrate dopo lo “scoop” di Qn sulla presunta malattia del Pontefice, smentita seccamente dalla Santa Sede con in testa il portavoce, padre Federico Lombardi. Il fatto è che dall’esito del Sinodo dipenderà molto del nuovo corso della Chiesa inaugurato da Bergoglio salendo al Soglio di Pietro. Su Eucarestia ai divorziati e separati e unioni civili, conservatori e progressisti si sono fronteggiati non solo nell’Aula sinodale, anche se l’ultima parola, quella definitiva spetta proprio a Francesco. Più possibilista il filosofo Massimo Cacciari che a Intelligonews spiega perché, alla fine il Papa “riuscirà a mediare tra le diverse posizioni”. Di particolare rilievo l’intervista di Intelligonews a Maurizio Blondet, giornalista, opinionista e scrittore cattolico secondo il quale contro Francesco non c’è alcun complotto.

NUOVO CASO STACCHIO. La vicenda del pensionato di Vaprio d’Adda che spara e uccide un ladro sulle scale di casa, riapre la polemica, mai sopita, dopo il caso Stacchio, al punto che tra favorevoli e contrari, si torna a parlare della modifica della legge sull’autodifesa. A Intelligonews la criminologa Roberta Bruzzone spiega i rischi e i motivi dell’armarsi, mentre l’europarlamentare leghista Mario Borghezio rilancia la necessità di rimettere mano alla norma sull’autodifesa. Anche Gianni Tonelli, segretario nazionale del Sindacato autonomo di Polizia (Sap) affronta la questione dall’ottica di chi ogni giorno combatte il crimine rischiando la vita. Analisi dal punto di vista della psicanalisi quella di Alessandro Meluzzi che a Intelligonews spiega cosa scatta nella mente di una persona che “viene violata nella sua casa”. 

Su tutto incombe “Spectre” l’ultimo film di James Bond con la Bond-Lady Monica Bellucci. La notizia non sta tanto nella pellicola che si potrà vedere in Italia dal 5 novembre, quanto nel titolo “Spectre” che ben si addice alla settimana appena conclusa. 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]