Costi della politica, Puppato (Pd) : "Grillo, mi piacerebbe avessi detto questa frase tre anni fa..."

24 ottobre 2016 ore 17:12, Lucia Bigozzi
"Io abbraccio tutti, quindi pure Grillo, anche se mi piacerebbe che avesse detto questa frase tre anni fa quando eravamo noi a ricorrerlo ma sono contenta che si sia convertito ai gesti affettuosi o al dialogo...". Contro-stoccata della senatrice dem Laura Puppato alla provocazione del leader dei 5S sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari. Nella conversazione con Intelligonews mette in guarda dal 'facile populismo' e dice che "quando si affrontano certi temi non si può partire dal presupposto del malaffare". 

Perchè votare no alla  legge taglia-stipendi dei parlamentari presentata dai 5S? 

"Il tema va affrontato con serietà e senza facili populismi. I criteri a mio giudizio devono essere quelli della presenza, non solo in Aula ma anche nelle Commissioni e per le missioni, ma occorre anche tener conto della provenienza: chi abita a Roma o dintorni gode dei benefici di non avere costi. A me piace molto il sistema europeo dove, al contrario di quello italiano, si premia chi lavora. Mettersi lì a contare gli scontrini abbiamo visto cosa produce...".

Costi della politica, Puppato (Pd) : 'Grillo, mi piacerebbe avessi detto questa frase tre anni fa...'
C'è chi rileva una contraddizione in termini nella linea del Pd che da un lato sostiene una riforma costituzionale che taglia il numero dei senatori e dall'altro dice no quando in Parlamento si presenta l'occasione per tagliare i costi della politica. Qual è la sua valutazione? 

"E' molto semplice: quando le proposte sono irrealizzabili nelle logiche e funzionali solo al populismo, quando si raccolgono scontrini per dimostrare costi che in quel caso vengono smontati, noi non ci possiamo stare perchè il principio essenziale è che non si può partire dal presupposto del malaffare". 

Grillo ha detto che se i dem votano la vostra proposta di legge lui li abbraccerà. Lei lo abbraccerebbe Grillo o un senatore grillino? 

"Io abbraccio tutti, quindi pure Grillo, anche se mi piacerebbe che avesse detto questa frase tre anni fa quando, invece, noi rincorrevamo loro e lì era perfino proibito parlarci. Sono contenta che strada facendo si sia convertito ai gesti affettuosi o comunque a un dialogo senza costrizione. Se noi andiamo a vedere ciò che percepiscono oggi alcuni senatori e deputati in considerazione dei costi generali e del fatto che noi versiamo mensilmente una quota importante al partito, penso che molti parlamentari del Pd abbiano redditi di gran lunga inferiori a quelli dei 5Stelle. Non credo che fingere o buttare tutto sull'economicità sia un valore democratico. Credo che dovremmo sederci a un tavolo se vogliamo fare le cose in maniera serena e seria, analizzando gli aspetti valutabili che mettano in luce le necessità e gli emolumenti da percepire. Tutto il resto, mi suona come una musica falsa, funzionale solo a incassare un applauso. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]