Destiny, la saga presenta “il re dei corrotti”

24 settembre 2015, Luca Lippi
Destiny, la saga presenta “il re dei corrotti”
Si tratta, senza ombra di dubbio, del primo esempio di videogame della cosiddetta "next gen", quella di PlayStation 4 e Xbox One. 

Le ambizioni di Bungie e di Activision dietro a Destiny sono quelle di una saga decennale, che continui a vivere negli anni grazie a un elevato numero di espansioni. E infatti dopo un anno dal lancio ecco la prima, “il re dei corrotti”, un sistema infallibile per rovinare un agguerrito gruppo di leoni da tastiera di giorno e da joystick di notte, tanto perché non c’è sufficiente “impapagallimento” nel pianeta.

"Il Re dei Corrotti", nuovo capitolo uscito da pochi giorni per Ps4, Ps3, Xbox One e Xbox 360, ha infranto il record del gioco più scaricato nel primo giorno nella storia di PlayStation. Non solo, perché il record è stato registrato anche nel numero complessivo dei giocatori e in quello degli utenti connessi simultaneamente on line. Basti pensare che, dal lancio del settembre 2014, si sono uniti alla comunità di Destiny oltre venti milioni di giocatori, e sono state spese davanti alla console oltre due miliardi di ore.

Il re dei Corrotti “il nuovo capitolo”, ha nuova veste grafica del menu, nuovi arsenali di armi, nuova colonna sonora, nuovi pianeti da esplorare e soprattutto un nuovo, temibilissimo nemico da sconfiggere: Oryx, il padre vendicativo di Crota, cioè colui che viene sconfitto nella prima versione del gioco.

Non appena avremo una sufficiente pletora di aspiranti corrotti, cacciatori di teste, killer e avventurieri impavidi cercheremo di comprendere anche cosa c’è dietro tanta dissoluzione di normalità e contraddizione dai messaggi tradizionali di civile comunione sociale.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]