Pensioni, ci siamo: è il Padoan day alla Camera

24 settembre 2015, Luca Lippi
Pensioni, ci siamo: è il Padoan day alla Camera
Il ministro Padoan nell’intervento di stamattina dice chiaramente: “il Governo è impegnato ad analizzare la questione a partire dalla legge di stabilità e compatibilmente con il quadro di finanza pubblica”, dunque si prefigura un altro rinvio per gli esodati oltreché per le lavoratrici come scritto stamattina.

Il Ministro ha infatti ribadito la propria "disponibilità a margini di flessibilità" che permettano di intervenire sulle regole di quiescenza concretizzatesi nell'ormai lontano 2011 con la riforma della legge Fornero. Questo pur tenendo conto che "ogni intervento di anticipo determina un aumento di spesa e dell'indebitamento e necessita di copertura finanziaria".

Anche Poletti (ministro del lavoro e delle politiche sociali) puntualizza stamattina: “Si conferma la volontà di intervenire sulla materia delle salvaguardie” tuttavia sottolinea che le soluzioni sono da discutere “all'interno della legge di stabilità, per una definitiva risoluzione delle problematiche sociali più rilevanti ancora aperte".

Il cantiere “riforma previdenziale” rimane aperto, nonostante le rassicurazioni (seppur posticipate nell’elaborazione delle soluzioni) i lavoratori sono determinati nel proseguire le proprie azioni di protesta al fine di rivendicare l'ottenimento del diritto alla pensione. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]