Strage delle Caselle, i pm: “Ergastolo per l'ex colf”

24 settembre 2015, intelligo
Strage delle Caselle, i pm: “Ergastolo per l'ex colf”
Ergastolo. Lo ha chiesto la Procura di Torino per Dorotea De Pippo. La vicenda è la strage di Caselle Torinese risalente al 3 gennaio dello scorso anno. 

Secondo i pm fu la De Pippo a organizzare l’omicidio di Emilia Dall’Orto, 93 anni, della figlia Maria Angela Greggio e del marito Claudio Allione, (rispettivamente di 66 e 65 anni), che furono accoltellati nel loro appartamento.

I magistrati hanno individuato in Giorgio Palmieri, compagno della De Pippo, l’esecutore materiale della strage. L’uomo è già stato condannato all’ergastolo. In questa fase, siamo alle battute finali del processo a carico della donna, ex colf della famiglia di Caselle Torinese. Stamani, nel corso dell’udienza, i pm hanno chiesto la condanna all’ergastolo. 

I magistrati Fabio Scevola e Roberto Sparagna, sono convinti che Dorotea De Pippo sia stata la ‘mente’ della strage riconducibile a motivi economici e generata da una sorta di rancore che la donna avrebbe nutrito nei confronti della famiglia dove aveva lavorato fino ad alcuni giorni prima della terribile vicenda. Gli stessi pm avrebbero rilevato che la donna dal momento dell’arresto non avrebbe dato segni di pentimenti e al termine della requisitoria hanno chiesto ai giudici di non concederle alcun tipo di attenuanti. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]