Cicciolina pronta al bis in Parlamento, ma con chi?

24 settembre 2015, Americo Mascarucci
A volte ritornano, soprattutto in Parlamento. 

Cicciolina pronta al bis in Parlamento, ma con chi?
E così ecco che l’ex onorevole Ilona Staller, la celebre pornodiva nota al grande pubblico con il nome d’arte di Cicciolina, sembrerebbe in procinto di tornare in politica. In verità ci aveva riprovato già due anni fa, candidandosi al Comune di Roma nella lista del Partito Liberale Italiano (proprio così, lo storico partito che ha avuto fra i suoi rappresentanti di punta figure come Benedetto Croce e Luigi Einaudi) con tanto di presentazione in grande stile del segretario Stefano De Luca. Stavolta però le mire della Staller sarebbero rivolte tutte verso Montecitorio dove Cicciolina è già di casa essendo stata deputato del Partito Radicale dal 1987 al 1992. 

Dopo l’esperienza con Marco Pannella caratterizzata da gustosi siparietti, la Staller tentò di essere riconfermata, dando vita insieme alla compianta (ma sarà morta davvero?) Moana Pozzi e all’altrettanto compianto manager del porno Riccardo Schicchi (lui morto sicuramente) al fallimentare progetto del “Partito dell’Amore”. La notizia l’ha lanciata il Fatto Quotidiano che ha contattato la diretta interessata, la quale nel confermare l’indiscrezione, ha invitato il cronista a parlare con il suo legale, Luca di Carlo. “Questa estate sono stato contattato da un partito per avere informazioni riguardo la disponibilità di Ilona di tornare a fare attivamente politica – dice il legale –. Ci siamo presi una settimana di tempo, poi abbiamo accettato”.

 L’avvocato rivela che non si tratterebbe di un partito nuovo in fase di costruzione ma di un partito già attivo in Parlamento e, secondo Di Carlo, pure ben rappresentato. Di quale partito si tratterà? Qualcuno ha ipotizzato che possa essere niente meno che Forza Italia, ma nessuno nell’entourage berlusconiano si è sognato di confermare una simile notizia. E poi come la prenderebbero mai i cattolici azzurri alla Gasparri? Altri hanno pensato addirittura al Movimento 5Stelle; Grillo forse non avrebbe problemi ad accogliere Cicciolina a braccia aperte, ma gli altri? Le donne pentastellate non avrebbero nulla da obiettare? Difficile crederlo. Il Partito democratico renziano non ne parliamo neppure, sai la Boschi, la Picierno, la Serracchiani, per non parlare di Rosy Bindi, che indignazione ! Forse Sinistra Ecologia e Libertà? Chissà, ma finché c'è la Boldrini.... Ad ogni modo Ilona avrebbe già lo slogan pronto: “La pornografia è più pulita della politica perché è capace di mettersi a nudo”. 

Soltanto metaforicamente ovviamente, anche se rispetto agli anni ottanta molta acqua è passata sotto i ponti del moralismo tipicamente democristiano (la candidatura della Staller con i Radicali fu proprio motivata da Pannella con l’esigenza di rompere il bigottismo tipico della mentalità allora dominante), molte cose sono cambiate e chissà che qualche nudo nell’aula di Montecitorio non ci scappi davvero!
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]