Centri di raccolta e numeri utili per il terremoto di Amatrice e Accumoli

25 agosto 2016 ore 13:16, Luca Lippi
La solidarietà è scattata con uno slancio senza precedenti in occasione del terremoto di Amatrice e Accumoli, i soccorsi dell’unità di crisi della Protezione Civile sono stati impeccabili, questo è quanto viene confermato dai stessi terremotati, ed è anche quello che si è visto durante le lunghe dirette dei Tg nazionali.
Nonostante tutto gli italiani non vogliono rimanere fuori dalla partita, vogliono aiutare, abbracciare le comunità colpite e offrire un sostegno concreto. Allo scopo di evitare spiacevoli sorprese di chi tende ad approfittare delle sciagure per procurarsi qualche guadagno personale, di seguito elenchiamo le iniziative promosse dalle associazioni e dalle Istituzioni per la raccolta di beni di prima necessità e anche di sangue per i numerosi feriti in cura nelle strutture sanitarie.
la Croce Rossa ha lanciato con Poste Italiane una campagna di raccolta fondi per aiutare la popolazione coinvolta nel sisma. 
Le donazioni si possono fare utilizzando questo IBAN: IT38R0760103000000000900050 (E¬mail: aiuti@cri.it, Tel: 06¬5510). La Croce Rossa fa sapere che sono più di 420 gli operatori umanitari che hanno raggiunto le località più colpite dal terremoto, tra cui Amatrice e Accumoli, Pescara del Tronto, Arquata del Tronto. E sono in partenza altri 100 operatori e 25 veicoli da tutta Italia. 

Centri di raccolta e numeri utili per il terremoto di Amatrice e Accumoli

Sono state allestite due cucine da campo ad Amatrice e ad Accumoli e sono oltre 100 i veicoli attualmente impiegati nell'emergenza terremoto nel centro Italia. Sono state inviate anche squadre di supporto psicologico e soccorsi speciali, unità cinofile, medici, infermieri e personale logistico. 
E' stato anche attivato ad Amatrice un PMA, posto medico avanzato, gestito dalla Croce Rossa a supporto del pronto soccorso locale. 
Quindi a livello di persone e volontari finchè non ci sarà una ufficiale richiesta di ulteriore aiuto da parte delle istituzioni già intervenute tempestivamente sui luoghi del terremoto, è bene non “intasare” l’area.
I numeri utili: dopo che è scoppiata l'emergenza terremoto nel Centro Italia sono stati attivati diversi numeri di emergenza per contattare telefonicamente i punti di soccorso e di raccolta nelle zone del sisma. 
Palazzo Chigi, ad esempio, ha fornito i numeri del contact center della Protezione Civile 840840 e della Sala operativa della Protezione civile Lazio 803555. 
E' stato creato anche un punto di raccolta di acqua e generi alimentari a Rieti in due gazebo di piazza Giuseppe Mazzini da parte delle associazioni Rinnovazione e Terra dei Padri. La sede operativa può essere contattata allo 0746485967. 
All'ospedale de Lellis, invece, è possibile donare sangue per far fronte all'emergenza. L'Avis del Lazio ha chiesto di contattare i responsabili al 3664652629 e 3468565542 per informazioni sulle modalità di donazione. 
E' stato coinvolto anche il Corpo forestale dello Stato, con le squadre dei Comandi di Lazio (0651687438), Abruzzo (086242890¬428917) e Umbria (0755720309). 
E' possibile mettersi in contatto anche con la Croce Rossa di Rieti (0746200700), il Comitato regionale dell'Abruzzo (086223122), e laziale per l'Umbria (0755729953/¬5717909). Per contattare, invece, la Polizia di Stato Questura di Rieti bisogna chiamare allo 07462991, mentre la Questura di Ascoli Piceno è reperibile allo 0736291111. 
Se necessario, è possibile mettersi in contatto anche con i Comandi locali dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno (07363531 ) e Rieti (074628121). 
La Regione, infine, ha consigliato a chi vive nelle zone colpite dal sisma di togliere la password del wifi per agevolare le comunicazioni. 
Chi vuole sostenere le popolazioni colpite dal terremoto può mandare un sms o chiamare al 45500, al costo di 2 euro.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]