Taglio del gas? Per Putin è genocidio. E minaccia a sua volta taglio per creare problema all'Europa

25 febbraio 2015 ore 15:38, intelligo
Taglio del gas? Per Putin è genocidio. E minaccia a sua volta taglio per creare problema all'Europa
Duro attacco del presidente russo Vladimir Putin contro il 
rifiuto di Kiev di fornire gas naturale alle regioni separatiste nelle province di Donetsk e Luhansk. Si tratta per lui di "puzza di genocidio". E non solo. Ora le minacce le fa il leader russo: se l'Ucraina non pagherà il suo debito la Russia taglierà a sua volta le forniture al Paese e questo "creerà un problema" per il transito del gas verso l'Europa. Pur trattandosi dell'"ultima evenienza auspicabile" accenna a quest'eventualità. Ma Angela Merkel rilancia il piano di pace durante una conferenza stampa seguita all'incontro a Berlino. I recenti accordi di Minsk-2 traballano ma per la donna di ferro tedesca rappresentano "un bagliore di speranza e ora dobbiamo fare di tutto per concretizzare questa tenue speranza. L'Europa deve parlare a una voce per riempire di contenuti le condizioni che abbiamo contrattato a Minsk".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]